DE IT
Home2020Giugno

COMUNICATO STAMPA.

La strada (anche quella verso una montagna di rifiuti) è spesso lastricata di molte buone intenzioni. Ce lo ha mostrato anche la crisi-covid19, sottomettendo la quotidianità di ognuna/o di noi a limitazioni e misure di protezione. Finché queste sono protettive ed efficaci siamo più che disposti a metterle in conto, perché la salute viene prima di tutto.
Con preoccupazione però molti e molte ambientalisti/e hanno constatato che negli ultimi mesi l’uso di materiali usa e getta è aumentato in maniera esponenziale e sproporzionata. Molte cittadine e molti cittadini si sono rivolti a questo proposito al Gruppo Verde con la preghiera di agire, soprattutto per quanto riguarda l’uso dei fastidiosi guanti usa e getta, soprattutto nei supermercati. Non sono solo un problema ambientale: “La sensatezza dei guanti di plastica usa e getta non viene messa in discussione solo dai Verdi. Anche l’Organizzazione mondiale della sanità OMS e il Centro tutela dei consumatori dell’Alto Adige sconsigliano di usare questi guanti perché possono aumentare il rischio d’infezione” commenta la capogruppo dei Verdi in Consiglio provinciale Brigitte Foppa.
E il corretto uso dei guanti usa e getta è tutt’altro che semplice. Le mani devono essere disinfettate prima e dopo l’uso. Le unghie non devono essere troppo lunghe, altrimenti, oltre ai guanti va persa anche la supposta protezione. E se una mano inguantata tocca una superficie contaminata, viene annullato automaticamente l’effetto protettivo.
Per tanti anni i movimenti ambientalisti e recentemente gli attivisti “Plastic-free” hanno lottato contro i materiali usa e getta e denunciato le montagne di rifiuti oltre che lo spreco di risorse. Per questo portiamo in questa settimana di Consiglio provinciale una mozione affinché materiali usa e getta non trovino più accesso all’interno di disegni di legge, delibere, decreti elaborati per la gestione della crisi-covid19. Invece sollecitiamo la Giunta a insistere molto di più sull’igiene delle mani e sul mantenimento delle distanze.
Attrezzarsi per difendere sé stessi e le altre persone dalle malattie è importante, soprattutto in questo periodo. Al contempo chiediamo che queste misure siano efficaci e non ci portino semplicemente a un disastro ambientale ancora più grande.

Bolzano, 29/06/2020

Cons. prov.
Brigitte Foppa
Riccardo Dello Sbarba
Hanspeter Staffler