HomeDemocrazia e partecipazione

Democrazia e partecipazione

La democrazia non può significare solo un voto ogni cinque anni. Noi Verdi proponiamo e promuoviamo nuove forme decisionali e di partecipazione che consentano a tutte le cittadine e cittadini di esprimersi su temi e decisioni che stanno loro a cuore. Noi lo mettiamo in pratica con costanza, fin dal nostro interno, nei vari processi decisionali.

Un’etica della politica deve essere al servizio del bene comune e non del profitto di alcuni individui o di gruppi. Le cariche elettive devono avere come scopo il bene della comunità. Abbiamo bisogno di più trasparenza in ogni ambito della politica, dalle nomine pubbliche agli appalti. Occorre sottoporre la politica e l’amministrazione al controllo della cittadinanza. Il potere legislativo, sempre più ridimensionato se non addirittura ignorato da quello esecutivo, deve essere rafforzato nell’interesse dei cittadini e delle cittadine.

Una società è davvero democratica quando donne e uomini possono partecipare alla pari a darne forma. Bisogna quindi facilitare alle donne l’accesso al potere rappresentativo da cui sono ancora in parte escluse. Rafforzare la democrazia diretta e pensare nuove forme di partecipazione è un passo anche in questo senso.

[vc_row][vc_column][vc_column_text] Da un anno i Verdi altoatesini sono stati ammessi nel Partito verde europeo e come tali sono presenti dal 23 al 25 novembre al Congresso che si tiene a Berlino. Brigitte Foppa, Tobias Planer, Riccardo Dello Sbarba, Hanspeter Staffler, Hannah Lazzaretti e Anna Hupel hanno seguito i lavori

La Svp smentisce se stessa. Le troppe assenze umiliano il Consiglio Il Consiglio regionale ha oggi bocciato la proposta di legge del gruppo Verde sulla legge elettorale che riguarda i comuni. All'articolo 1 si prevedeva di applicare anche alle elezioni comunali la stessa norma sulla parità di

Foto: da sinsitra Olivia Kieser, Sadbhavana (Sadi) Pfaffstaller, Karl Tragust, Laura Polonioli, Zeno Oberkofler, Patrizia (Patti) Gozzi Buca, Nazario Zambaldi All’Assemblea provinciale dei Verdi Grüne Vёrc di ieri 21 agosto 2018 è stata presentata e approvata all’unanimità la lista dei candidati e delle candidate alle prossime elezioni provinciali

Peter Gasser, veterinario di Malles, sosterrà i Verdi candidandosi alle elezioni provinciali 2018. Il Venostano è da tempo attivo in diversi gruppi e associazioni – come l’Associazione tutela ambientale della Val Venosta -  ed è un vero e proprio arricchimento per la lista verde. Da poco

La lista Verde per le elezioni provinciali si arricchisce di altre due personalità: la psichiatra Elda Toffol di Bolzano e Urban Nothdurfter, docente e ricercatore presso l'Università di Bolzano. All’assemblea del 9 giugno sono state presentate le prime 28 candidature per i Verdi alle prossime elezioni

Sabato 4 agosto si è tenuto a Soprabolzano il seminario programmatico della lista Verde. Rispetto, solidarietà, plurilinguismo – su questi valori centrali si basa il programma verde – con l’intento di proporre quella svolta che può rendere l’Alto Adige davvero aperto al futuro. Sulla base dei

Oggi in Consiglio provinciale è stata scritta una pagina di storia per la democrazia in Alto Adige: dopo anni di tiro alla fune, molti incontri con cittadini e gruppi di interesse e un paziente e minuto lavoro, è stato ora possibile approvare una legge elaborata

E' l'ultimo tra i tanti tentativi di riformare i processi partecipativi nella nostra provincia. Dopo un ping pong di un anno tra iniziative dei cittadini e delle cittadine (le cui proposte sono state bocciate dalla maggioranza politica) e i progetti di legge della stessa maggioranza

Oggi la prima commissione ha trattato il disegno di legge sul volontariato. Si trattava di adeguamenti alla riforma statale del tutto condivisibili. Per noi si è creata così la possibilità di presentare una proposta per inserire dei permessi specifici per permettere ai dipendenti provinciali di frequentare