DE IT
HomeCovid-19

Covid-19: La democrazia non è in quarantena

Da inizio marzo l’Alto Adige, l’Italia, l’Europa si sono fermate a causa dell’emergenza sanitaria dovuta al Covid19. Il Consiglio provinciale è rimasto chiuso per due mesi e il dibattito politico si è fermato.

Mai come in questo periodo abbiamo preso consapevolezza di quanto per la nostra democrazia sia importante “incontrarsi”, scambiarsi opinioni e informazioni.

In questo periodo di attesa, in cui tutte e tutti abbiamo rallentato, abbiamo dovuto scoprire e sperimentare nuove forme di comunicazione politica – e soprattutto di pensiero.  Per questo abbiamo lanciato i nostri Green Meeting Point, dei dialoghi online: durante il lockdown ci siamo incontrati ogni settimana su zoom per parlare e scambiare informazioni sui temi più attuali e che sentivamo importanti.

Nel frattempo la quarantena per fortuna si è conclusa, ma il virus e le sue conseguenze ci accompagneranno ancora per qualche tempo.

In questa pagina vi mettiamo a disposizione articoli, comunicati, commenti legati a questa difficile fase storica di cui tutte e tutti noi siamo stati protagonisti.
Qui trovate le nostre proposte per come affrontare la crisi , senza perdere di vista l’ambiente e la natura. Trovate le nostre idee, riflessioni, visioni. Qui vogliamo essere osservatori e osservatrici. La situazione attuale mette in moto processi sociali totalmente inediti. Noi li vogliamo descrivere e ricavarne, se possibile, qualche suggerimento per una vita migliore.

INTERROGAZIONE SU TEMI DI ATTUALITA’. I casi di infezione da Covid 19 stanno aumentando notevolmente. Ci attende un autunno-inverno molto difficile. Il tampone precoce e il tracciamento dei contatti sono indispensabili per evitare il lockdown, ma col moltiplicarsi dei focolai e delle persone messe in quarantena,

INTERROGAZIONE SU TEMI DI ATTUALITA’. Famiglie di classi in quarantena ci raccontano di numerosi disguidi: nella comunicazione (alcune hanno ricevuto comunicazione dalla ASL, altre dalla scuola, altre nulla), nei mezzi (per scritto, per SMS, per telefono…), nei tempi del tampone (alcuni fatti subito, altri mancano ancora

COMUNICATO STAMPA. Il personale insegnante è sempre in servizio. Prepara le lezioni a casa, fa le sue ore in classe, corregge i compiti nel pomeriggio, si aggiorna ecc. Con il covid19 la situazione di molti insegnanti si è resa più difficile, anche perché hanno spesso dovuto

COMUNICATO STAMPA. Al culmine della crisi di Covid 19 si diceva che le persone appartenenti a categorie professionali ad alto rischio avessero il diritto a un test covid pagato dalla pubblica amministrazione. Tra questi, il personale medico e infermieristico e le persone che lavorano nel settore

COMUNICATO STAMPA. Ieri i direttivi di SVP e Team K hanno deciso quali misure prendere nei confronti dei consiglieri provinciali che hanno beneficiato del Bonus da 600 Euro. Come Gruppo Verde abbiamo osservato le consultazioni e i risultati. Non ci uniremo al coro dei vari giudizi e

COMUNICATO STAMPA. Quando giovedì è uscita la notizia che anche quattro consiglieri provinciali avevano fatto richiesta per il bonus da 600€ messo a disposizione di chi ha subito danni dalla crisi del covid, non ci potevamo credere. Non entriamo nel merito sul perché lo abbiano fatto: che

COMUNICATO STAMPA. Non manca molto e presto l’autunno sarà alle porte. Con la stagione più fresca riappariranno raffreddori e lievi forme influenzali a causa delle quali le persone avranno tosse e qualche linea di febbre. Le/gli utenti delle case di riposo si ammaleranno anche loro di queste

COMUNICATO STAMPA. Al momento vengono accolte nelle case di riposo molte nuove persone anziane. Poiché il Corona virus è ancora di grande attualità – e come si sa per le persone anziane ancora più pericoloso – spesso le nuove e i nuovi ospiti vengono messi in

MOZIONE. Lo scandalo del giugno 2020 attorno al focolaio di Covid19 esploso nel mattatoio Tönnies nel Nordreno-Vestfalia in Germania ci ha purtroppo mostrato quali possano essere le condizioni di lavoro e di vita delle persone e degli animali in quei luoghi. Lasciando da parte che le lavoratrici