DE IT
HomeCovid-19

Covid-19: Noi resistiamo

In primavera del 2020 l’Alto Adige, l’Italia, l’Europa si sono fermate a causa dell’emergenza sanitaria dovuta al Covid19. Il Consiglio provinciale è rimasto chiuso per due mesi e il dibattito politico si è fermato. L’estate ha portato un breve sollievo, ma con l’arrivo dell’autunno è partita una seconda ondata, che al momento sta colpendo l’Alto Adige con particolare violenza.

Mai come in questo periodo abbiamo preso consapevolezza di quanto per la nostra democrazia sia importante “incontrarsi”, scambiarsi opinioni e informazioni.
In questo periodo di attesa, in cui tutte e tutti abbiamo rallentato, abbiamo dovuto scoprire e sperimentare nuove forme di comunicazione politica – e soprattutto di pensiero. Per questo abbiamo lanciato i nostri Green Meeting Point, dei dialoghi online per parlare e scambiare informazioni sui temi più attuali e che sentivamo importanti.

In questa pagina vi mettiamo a disposizione articoli, comunicati, commenti legati a questa difficile fase storica di cui tutte e tutti noi siamo stati protagonisti.

Qui trovate le nostre proposte per come affrontare la crisi, senza perdere di vista l’ambiente e la natura. Trovate le nostre idee, riflessioni, visioni. Qui vogliamo essere osservatori e osservatrici. La situazione attuale mette in moto processi sociali totalmente inediti. Noi li vogliamo descrivere e ricavarne, se possibile, qualche suggerimento per una vita migliore. Perché il virus e i suoi effetti ci accompagneranno ancora per un bel po’ di tempo.

COMUNICATO STAMPA. In questi giorni si parla in continuazione di Recovery Fund. Sono fondi europei destinati agli Stati membri per il finanziamento di interventi e progetti per il "Green Deal", progetti di sostenibilità, di rafforzamento della digitalizzazione, dell'innovazione e della competitività. Lo Stato italiano ci sta lavorando

• Sadbhavana Pfaffstaller e Alex Guglielmo confermati come co-portavoce • Barbara Lemayr, Alex Tschager ed Alexia Milesi nel comitato organizzativo • Zeno Oberkofler (Bolzano) e Pascal Vullo (Bolzano) si concentrano sul consiglio di distretto Gli Young Greens Southtyrol il gennaio 2021 per la loro annuale Assemblea Generale non si sono incontrati

MOZIONE. Il 15 aprile 2020 il Consiglio provinciale ha trattato il disegno di legge provinciale “Variazioni del bilancio di previsione della Provincia autonoma di Bolzano per gli esercizi 2020, 2021 e 2022 e altre disposizioni”. Questo disegno di legge ha una particolarità, ovvero, nella seduta del

Il Consiglio provinciale di dicembre viene di solito dedicato interamente alla legge di bilancio per l’anno successivo. Ed è anche un’occasione per fare un bilancio complessivo su quanto è successo nell’anno che si sta avviando alla conclusione. Anche quest’anno è stato così. Solo che quest’anno

Freiheit und Sicherheit Ende des Pandemiejahres 2020 ist es angebracht, einige Gedanken und Worte über die traurigen Geschehnisse zu verlieren. Zuerst ist es mir auch ein Anliegen, jenen Menschen zu gedenken, die Leid und Tod erfahren haben. Ja, es hat uns alle kalt erwischt und ja, wir

MOZIONE. Il contact tracing è considerato uno dei pochi metodi di comprovata efficacia per contenere la diffusione del coronavirus. In Alto Adige, il sistema di tracciamento dei contagi ha ceduto già alla fine di settembre: l’Azienda sanitaria non ha infatti potuto tenerlo in piedi perché richiedeva

MOZIONE. I campi profughi situati sulle isole greche di Lesbos e Samos e in altri siti sono ormai da quasi cinque anni in condizioni inaccettabili e di crescente degrado. I e le richiedenti asilo che arrivano lì dalla Turchia vengono sistemati in campi costruiti per ospitare

Le lezioni della pandemia e il mondo che stiamo preparando. Dalla pandemia usciremo ben diversi da come ci siamo entrati. Il modo in cui affrontiamo l’emergenza attuale determinerà la direzione in cui usciremo dalla crisi. Con le scelte di oggi noi stiamo preparando il mondo di

Geehrte Kolleginnen und Kollegen im Südtiroler Landtag! Wir haben heuer die Diskussion über den Landeshaushalt mit zwei Gedenkminuten begonnen. Das war sehr ungewöhnlich und sehr angebracht. Die Gedenkminuten galten den über 600 Menschen, die in Südtirol 2020 in Zusammenhang mit dem Coronavirus gestorben sind. In diesen beiden