DE IT
HomeSociale

Sociale

Il nostro pianeta ha risorse sufficienti per tutti. Tuttavia, la povertà aumenta e la distribuzione della ricchezza diventa sempre più ingiusta – anche nei nostri ricchi paesi. Il divario tra ricchi e poveri è aumentato. Né è un diritto assicurato quello a un posto di lavoro che consenta di vivere con dignità e senza paura del futuro. In Alto Adige la giustizia sociale è una delle grandi promesse dell’autonomia. A maggior ragione è decisiva la battaglia per diminuire il divario tra le differenze sociali.

Milioni di persone minacciate dalla povertà, dalle guerre, dai cambiamenti climatici sono costrette a lasciare la propria terra. Esse vengono respinte, sfruttate, discriminate e perseguitate da un razzismo che cresce in modo preoccupante.

Noi Verdi riteniamo che l’ingiustizia e la povertà siano le cause principali responsabili della distruzione dell’ambiente e delle guerre. Il nostro obiettivo è quello di costruire un mondo giusto e solidale. Ci impegniamo per il diritto a un lavoro sicuro, alla sicurezza sociale, a un alloggio adeguato, all’assistenza sanitaria, all’istruzione e a un reddito di base incondizionato per tutti.

MOZIONE. Il 25 novembre il mondo si sofferma su un triste fenomeno di cui nel 2020 siamo incredibilmente ancora costretti a parlare. Accade ogni giorno. Stiamo parlando della violenza contro le donne. In Italia il 30% circa delle donne tra i 16 e i 70 anni

INTERROGAZIONE SU TEMI DI ATTUALITA’. Attualmente dei 6 Comprensori della nostra Provincia che nel 2018 avevano attivato gli SPRAR / SIPROIMI, solo 3 (Burgraviato, Val Venosta e Valle Isarco) proseguiranno per il triennio successivo. Da ca. 230 posti in Provincia quindi si scenderà a circa 90. Il

INTERROGAZIONE SU TEMI DI ATTUALITA’. Ogni inverno vengono offerti ricoveri di emergenza a persone senza tetto. Quest’anno le misure anti Covid impongono la riduzione all’indispensabile di contatti interpersonali e i movimenti all’aperto. Conclusione: ogni persona senza tetto dovrebbe avere posti dove soggiornare, dormire e nutrirsi 24

COMUNICATO STAMPA. Qual è la differenza tra il primo lockdown in primavera e quello “più leggero” che ci stiamo preparando ad affrontare? “Ah sì! Questa volta dobbiamo andare a lavorare e contemporaneamente occuparci dei bambini chiusi in casa” – così si potrebbe riassumere in maniera laconica

COMUNICATO STAMPA. Al momento vengono accolte nelle case di riposo molte nuove persone anziane. Poiché il Corona virus è ancora di grande attualità – e come si sa per le persone anziane ancora più pericoloso – spesso le nuove e i nuovi ospiti vengono messi in

INTERROGAZIONE. Ci sono cose a cui purtroppo ci siamo abituati in questa terra bilingue. Nata per risanare un lungo periodo di ingiustizia, con la pacificazione e la convivenza, la separazione tra gruppi linguistici di alcuni ambiti è man mano diventata sempre più anacronistica. La mancanza di

COMUNICATO STAMPA. Con il lento concludersi della prima ondata della crisi sanitaria da Covid19, iniziamo a fare un po’ d’ordine. Mentre con diverse interrogazioni in Consiglio Provinciale, nella commissione d’inchiesta e addirittura con delle indagini della procura, la “fase 1” viene ben analizzata ed elaborata, finora

Il 20 maggio 1970, quindi esattamente 50 anni fa, lo Stato italiano approvò la legge n. 300, altrimenti nota come lo Statuto (delle lavoratrici e) dei lavoratori. Già nell’articolo n. 1 della Costituzione, approvata nel 1948, era stato riconosciuto e fissato il valore del lavoro. „L’Italia

Dal 2005 si celebra la Giornata internazionale contro l'omofobia, la lesbofobia, la bifobia e la transfobia. La data è stata scelta per commemorare il giorno in cui l’Organizzazione mondiale della Sanità (OMS) ha finalmente cancellato l’omosessualità dall’elenco delle malattie mentali. Noi Verdi ricordiamo che l'uguaglianza, la