DE IT
HomeCovid-19Il monouso non è una soluzione

Il monouso non è una soluzione

MOZIONE.

L’emergenza da Covid-19 continua a condizionare la nostra quotidianità imponendoci numerose limitazioni e misure di sicurezza. Quando sono utili e contribuiscono a proteggerci, le accettiamo di buon grado, perché la salute resta la cosa più importante. Alcune misure introdotte di recente sono invece sempre più oggetto di critica. Tra queste vi è l’utilizzo di guanti monouso, che con l’emergenza è aumentato vertiginosamente. Con la legge provinciale 8 maggio 2020, n. 4, “Misure di contenimento della diffusione del virus SARSCOV-2 nella fase di ripresa delle attività”, è stato introdotto l’obbligo dei guanti usa e getta nei negozi. Anche se con la delibera della Giunta provinciale n. 410 del 9 giugno 2020 è stato stabilito un leggero allentamento di questo obbligo, restano le perplessità per quanto riguarda l’utilità dei guanti monouso nei supermercati, nelle mense, nei buffet ecc. con o senza coronavirus.

In un comunicato dei primi di maggio il Centro Tutela Consumatori e Utenti, richiamando quanto affermato da alcuni medici della Germania, mette in guardia da questo tipo di protezione monouso in quanto trasmette alla gente “un infondato senso di sicurezza”, aggiungendo che questi guanti possono persino diventare una vera e propria “fucina di germi”.

A inizio giugno l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) sconsigliava dalle sue pagine web l’uso di guanti nei luoghi pubblici, in quanto “può aumentare il rischio di infezione”. Sempre secondo l’OMS in luoghi pubblici come i supermercati basta disinfettarsi le mani.

Il corretto utilizzo di questi guanti è tutt’altro che semplice. Prima e dopo averli infilati bisogna disinfettare le mani. Se le unghie sono troppo lunghe, ci vuole poco a fare dei buchi, e i guanti non coprono più in modo adeguato. Poi togliendoli, è molto facile che la mano non più coperta entri in contatto con il guanto eventualmente contaminato, per cui bisogna assolutamente disinfettare le mani dopo aver tolto i guanti. E chi può garantire che il guanto stesso non sia già contaminato prima dell’uso? Inoltre, un guanto usa e getta resta pulito fino a quando la persona che deve proteggere fa in modo di lasciarlo tale. Ciò significa che se una persona tocca la faccia o una superficie infetta con la mano coperta dal guanto monouso, le conseguenze sono le stesse come averlo fatto senza guanto o probabilmente ancora peggio. Anche l’OMS cita questo come uno dei motivi principali per cui è meglio non indossare i guanti usa e getta.

Ma pesano anche parecchio le conseguenze per l’ambiente. Negli ultimi anni la nostra società ha faticato non poco per raggiungere un consenso minimo ed evitare dove possibile l’utilizzo di prodotti monouso. All’interno dell’UE oggetti in plastica monouso come cannucce e piatti saranno ben presto banditi. Non abbiamo quindi bisogno di ulteriori montagne di rifiuti per una presunta protezione che con tutta probabilità non è poi neanche tale, in quanto non è in grado di proteggerci dalla malattia e dai germi in generale.

Il Consiglio della Provincia autonoma di Bolzano incarica quindi la Giunta provinciale

  1. di cancellare dalla legge provinciale n. 4/2020 l’obbligo di utilizzo dei guanti usa e getta e di continuare a sensibilizzare la popolazione sull’importanza di lavarsi le mani, disinfettarsi e mantenere le distanze di sicurezza;
  2. a considerare le conseguenze ambientali e climatiche di tutte le misure che verranno prese nel quadro dell’emergenza coronavirus.

BZ, 11.06.2020

Consiglieri provinciali
Brigitte Foppa
Riccardo Dello Sbarba
Hanspeter Staffler

Avatar

Author: Heidi

#Covid19 - Fase 2: c
Quando le viaggiatri
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO