DE IT
HomeBolzano

Verde fa la differenza

I Verdi di Bolzano, nella coalizione di centro sinistra, hanno presentato il 6 agosto 2020 nel verde del Parco Cappuccini la loro lista per le elezioni comunali del 20/21 settembre.

In collaborazione con associazioni, cittadini, esperti, rappresentanti di categorie, candidati e candidate negli scorsi mesi hanno elaborato il loro Programma dettagliato.

Intorno al loro Programma è cresciuta una ricca e variegata lista di 37 candidati e candidate con esperienze e competenze diversificate.

Una lista progressista, ecologista, plurilingue, femminista, antirazzista, antifascista che punta fortemente sui giovani.

La testa di lista è composta da 7 candidati/candidate:

– l’Assessora uscente all’Ambiente, Mobilità è Pari Opportunità Marialaura Lorenzini
– il capogruppo in consiglio Tobe Planer
– la vice capo gruppo Chiara Rabini
– il consigliere comunale e esperto ambientale Norbert Lantschner
– la co-portavoce dei Verdi bolzanini e esperta ambientale Sonja Abrate.

Seguono i due candidati indipendenti Rudy Benedikter, Presidente della Circoscrizione Gries – San Quirino (Projekt Bozen) e Mauro Randi, consigliere comunale uscente

Segue poi il folto gruppo dei giovani Majda Brecelj, attivista di fridays for future e attiva per la cultura giovanile, Markus Cappello ricercatore nell’ambito del lavoro, musicista ed esperto della politica abitativa, il fisico Raphael Cavallari, l’operatrice sociale Sara MaoualZeno Oberkofler musicista e attivista , Katharina Tschigg, ricercatrice all Eurac ed esperta di comunicazione ambientale e l’ingegnere ambientale italo-tedesco Pascal Vullo: un gruppo di ragazzi e ragazze determinato e fortemente impegnato e motivato a incidere nel cambiamento e a fare la differenza.

Seguono nella lista i candidati e candidate in ordine alfabetico. Persone provenienti dal mondo della scuola, della cultura e del sociale e che credono in una vera convivenza tra tutti i gruppi etnici che vivono e arricchiscono la nostra Città. Tra loro la co-portavoce Rosina Ruatti insegnante attiva nell’educazione ambientale, le consigliere uscenti di circoscrizioni Ully Spitaler e Elena Pugno, l’ispettrice in pensione Erica Fassa, la sindacalista e insegnante Cornelia Brugger, consigliera comunale uscente di Brunico, Thomas Rainer operatore culturale attivo nella formazione continua, Valter Rigon pensionato attivo nel volontariato e nel quartiere Casanova, Christine Janssen esperta dilla disabilità ed inclusione, l’avvocato Stefano SolfriniAntonio Favari, esperto di telecomunicazioni , l’insegnante Rossella Finato, l’informatico per la sostenibilità digitale Markus EggerSamir Ben Haj Hassed, operatore sociale, Renato Palaia ex direttore d’ufficio in Provincia, Abdushi Sadet ex vice presidente della Consulta cittadina per gli stranieri. Gerda Gius convinta femminista e attiva contro ogni forma di discriminazione, Barbieri Silverio attivo nel volontariato e Lara Bradiani impegnata nel sociale.

Nella lista anche un gruppo di persone che uniscono l’attenzione alle sfide ambientali anche quelle legate alle questioni sociali e alla lotta alle disuguaglianze e contro le discriminazioni e ingiustizie, come l’etnopsichiatra Elda Toffol, la pediatra di famiglia e medico volontario in progetti di cooperazione nel sud del mondo e in progetti di assistenza sanitaria a senza fissa dimora, Lucia PappalardoCarla Leverato operatrice attiva nel volontariato e in ambito hospice e cure palliative, l’assistente sociale, ricercatore e docente universitario Urban Nothdurfter, l’operatore Andreas Pablo Pietkiewicz con esperienza nell’area migranti e minori soli,

I Verdi vogliono fare la differenza puntando in maniera innovativa e green anche nel settore economico rafforzando l’utilizzo di energie rinnovabili, il risparmio energetico, la mobilità elettrica e sostenibile.

La lista verde vuole fare la differenza incidendo nelle prossime politiche comunali. l bilancio dei verdi del lavoro svolto nella scorsa consigliatura è positivo, un lavoro che permette alla Città di ripartire anche dopo questa emergenza sanitaria legata al covid con fiducia,  coraggio e con più attenzione ai più colpiti dalla crisi (bambini/ragazzi, diversamente abili e anziani con loro famiglie, persone colpite economicamente e i più emarginati).

>> Quartieri