Le nostre proposte

Le Consigliere e i Consiglieri provinciali possono fare proposte di indirizzo politico con diversi strumenti: le mozioni, gli ordini del giorno e i documenti voto. Nella maggior parte dei casi la parte deliberativa consiste in un impegno o invito rivolto alla Giunta provinciale a operare in un certo senso ovvero ad adottare determinati provvedimenti. Tutti questi documenti propositivi vengono inseriti man mano in ordine di consegna all’interno dell’ordine del giorno delle sedute di Consiglio provinciale. Ogni gruppo, a seconda del numero di componenti, ha diritto ad anticiparne da una a tre per ogni Consiglio provinciale. Il Gruppo Verde ne può anticipare due ogni mese.

Le mozioni sono proposte deliberative fatte alla Giunta attraverso in Consiglio provinciale su materie di cui ha competenza.

Gli ordini del giorno sono delle mozioni legate tematicamente a delle leggi specifiche.

I documenti voto invece sono delle mozioni su temi di cui la Giunta non ha competenza diretta. Di conseguenza, in caso di approvazione in aula, il Consiglio provinciale dà incarico alla Giunta di rivolgersi alle istituzioni competenti (Parlamento, Governo italiano, Unione Europea, ecc), affinché si prendano carico del problema.

Qui trovate tutte le nostre proposte consegnate in Consiglio provinciale a partire da novembre 2018.

MOZIONE. Non è una novità, e lo si sente dire regolarmente: le donne interrompono spesso la loro carriera lavorativa per riuscire a conciliare famiglia e lavoro, e per questo motivo escono dal mercato lavorativo, in molti casi anche per lunghi periodi. Così facendo le donne finiscono

MOZIONE. In Alto Adige è stato fatto molto rispetto alla parità di genere. Tuttavia c’è un settore in cui è ancora opinione diffusa che la responsabilità sia tutta femminile: le faccende domestiche. Secondo il rapporto ASTAT dell’8 marzo 2016 la suddivisione dei ruoli per quanto riguarda

COMUNICATO STAMPA. Il Gruppo Verde ha portato in Consiglio provinciale questa settimana una mozione sul traffico sui Passi dolomitici volta a rilanciare il progetto #DolomitesVives. Tra le richieste c’era la chiusura graduale dei Passi dolomitici più trafficati ai mezzi privati (separatamente secondo tipologia di mezzo e

MOZIONE (TESTO SOSTITUTIVO) Chi percorre le strade dell’Alto Adige con occhi e orecchie bene aperti noterà le strade intasate, il rumore e il traffico congestionato, non solo sulle strade principali, ma anche nelle località in cui la gente – venendo da lontano o neanche poi tanto

MOZIONE Il riutilizzo di imballaggi e contenitori per bevande e alimenti è un sistema tutto sommato semplice. Le bevande vengono messe in una bottiglia o un contenitore, trasportate, comprate e infine consumate. Per la bottiglia si paga una cauzione che viene restituita quando si riporta la bottiglia

MOZIONE. Come ogni inverno, anche nel 2019/2020 si è riproposto il dramma delle persone senza dimora che vivono per strada. Il problema è particolarmente acuto nei centri maggiori e soprattutto nel capoluogo Bolzano, dove si riversa la maggior parte dei senza fissa dimora. Il fenomeno ha

MOZIONE-MODELLO. Ormai si parla di 5G un po’ ovunque. Occasione? Pericolo? Progresso? Azzardo?  Si può leggere di tutto e il contrario di tutto, senza riuscire a trovare alcuna certezza. Sappiamo solo che non sappiamo ancora molte cose. Per questo i Verdi chiedono di far valere il

MOZIONE. Gli articoli 29 e 30 della legge provinciale 14 luglio 2015, n. 7, si occupano della mobilità delle persone con disabilità e dell’accessibilità dei servizi. “Art. 29 (Accessibilità) Alle persone con disabilità è garantita l’accessibilità all’ambiente fisico, ai trasporti, all’informazione, alla comunicazione, ivi compresi i sistemi e le tecnologie di

MOZIONE. Parlando di cambiamento climatico, sostenibilità o tutela dell’ambiente non possiamo tralasciare un settore importante: l’industria tessile. Ogni annospendiamo cifre incredibili per l’abbigliamento. Secondo Eurostat nel 2016 gli abitanti degli Stati membri dell’UE hanno investito ben 395 miliardi di euro per vestirsi. In Italia, nello stesso