Le nostre proposte

Le Consigliere e i Consiglieri provinciali possono fare proposte di indirizzo politico con diversi strumenti: le mozioni, gli ordini del giorno e i documenti voto. Nella maggior parte dei casi la parte deliberativa consiste in un impegno o invito rivolto alla Giunta provinciale a operare in un certo senso ovvero ad adottare determinati provvedimenti. Tutti questi documenti propositivi vengono inseriti man mano in ordine di consegna all’interno dell’ordine del giorno delle sedute di Consiglio provinciale. Ogni gruppo, a seconda del numero di componenti, ha diritto ad anticiparne da una a tre per ogni Consiglio provinciale. Il Gruppo Verde ne può anticipare due ogni mese.

Le mozioni sono proposte deliberative fatte alla Giunta attraverso in Consiglio provinciale su materie di cui ha competenza.

Gli ordini del giorno sono delle mozioni legate tematicamente a delle leggi specifiche.

I documenti voto invece sono delle mozioni su temi di cui la Giunta non ha competenza diretta. Di conseguenza, in caso di approvazione in aula, il Consiglio provinciale dà incarico alla Giunta di rivolgersi alle istituzioni competenti (Parlamento, Governo italiano, Unione Europea, ecc), affinché si prendano carico del problema.

Qui trovate tutte le nostre proposte consegnate in Consiglio provinciale a partire da novembre 2018.

MOZIONE. Molte leggi riguardano e influenzano – intenzionalmente, ma anche senza intenzione – le condizioni di vita di bambine, bambini e giovani. Tali effetti non sono sempre immediatamente riconoscibili, e riguardano molti ambiti come salute, mobilità, infrastrutture e altri. Spesso manca semplicemente l’informazione su cosa una legge

In questa seconda seduta di giugno, a cavallo tra il mese di giugno e luglio, il dibattito in Consiglio provinciale è stato acceso e si è incentrato su temi che riguardano il futuro della nostra terra e sulla direzione che vogliamo prendere: inquinamento e salute,

COMUNICATO STAMPA. Assestamento del bilancio: Il gruppo Verde ha colto l’occasione per affrontare gli effetti del cambiamento climatico, soprattutto in estate. In un ordine del giorno sulla legge di assestamento del bilancio, i Verdi hanno chiesto che i dati sul flusso minimo vitale dei corsi d’acqua

ORDINE DEL GIORNO N. 20 al disegno di legge provinciale n. 114/22 È secco, troppo secco. La siccità sta mettendo in crisi tutta l’Europa. Mentre in Grecia, Spagna e Francia dilagano gli incendi boschivi, l'Italia sta affrontando un lungo periodo di caldo e siccità. L'Alto Adige

MOZIONE. Viviamo in tempi caldi, nel senso letterale della parola. Ormai anche la nostra provincia è interessata da eventi meteorologici estremi. Mesi di siccità si alternano a piogge torrenziali che causano situazioni di emergenza. Inoltre le temperature sono in aumento. Le estati sono sempre più calde.

COMUNICATO STAMPA. Il Consiglio provinciale ha discusso e approvato oggi la proposta del Gruppo Verde per la realizzazione di un’indagine completa su disturbi, malattie e mortalità dovute all’inquinamento dell’aria e al rumore prodotti dal traffico soprattutto lungo i principali assi viari, primo fra tutti l’asse del

COMUNICATO STAMPA. La A22 è uno degli assi di traffico più inquinati e i danni alla salute degli abitanti sono innegabili. È anche una distesa di asfalto che impermeabilizza il suolo e rovina il clima, così come lo sono strade e parcheggi che continuano a moltiplicarsi.

MOZIONE. L'inquinamento atmosferico è un problema cronico nelle città altoatesine e lungo i principali assi di transito. Particolarmente grave è la situazione di chi vive lungo l’asse del Brennero: l’A22 è la più grande causa di inquinamento del nostro territorio. Ma anche lungo gli assi dell’Adige

MOZIONE . L’impermeabilizzazione del suolo rappresenta un problema enorme in tutto il mondo. Stiamo costruendo più di quanto, a lungo termine, sia sostenibile. E, analizzando l’attuale rapporto IPCC o altri documenti sul cambiamento climatico, vediamo che il concetto di “lungo termine” sta diventando molto relativo. Come tutti