Le nostre proposte

Le Consigliere e i Consiglieri provinciali possono fare proposte di indirizzo politico con diversi strumenti: le mozioni, gli ordini del giorno e i documenti voto. Nella maggior parte dei casi la parte deliberativa consiste in un impegno o invito rivolto alla Giunta provinciale a operare in un certo senso ovvero ad adottare determinati provvedimenti. Tutti questi documenti propositivi vengono inseriti man mano in ordine di consegna all’interno dell’ordine del giorno delle sedute di Consiglio provinciale. Ogni gruppo, a seconda del numero di componenti, ha diritto ad anticiparne da una a tre per ogni Consiglio provinciale. Il Gruppo Verde ne può anticipare due ogni mese.

Le mozioni sono proposte deliberative fatte alla Giunta attraverso in Consiglio provinciale su materie di cui ha competenza.

Gli ordini del giorno sono delle mozioni legate tematicamente a delle leggi specifiche.

I documenti voto invece sono delle mozioni su temi di cui la Giunta non ha competenza diretta. Di conseguenza, in caso di approvazione in aula, il Consiglio provinciale dà incarico alla Giunta di rivolgersi alle istituzioni competenti (Parlamento, Governo italiano, Unione Europea, ecc), affinché si prendano carico del problema.

Qui trovate tutte le nostre proposte consegnate in Consiglio provinciale a partire da novembre 2018.

COMUNICATO STAMPA. Il 26 novembre il Gruppo Verde in Consiglio provinciale si è recato presso la cava di S. Floriano a Laghetti di Egna. Molte persone residenti nella zona circostante la cava si sono presentati all’appuntamento per portare la loro testimonianza. Al termine della visita la

COMUNICATO STAMPA. Nella Giornata contro la violenza sulle donne, siamo chiamati ogni anno a guardare da vicino quali forme di violenza esistano, dove la violenza inizi, quale tipo di violenza si nasconda dietro determinati comportamenti. Il Gruppo Verde ha posto l’attenzione su un tipo di violenza

COMUNICATO STAMPA. Il Consiglio regionale ha anticipato e approvato a grande maggioranza la mozione al Parlamento proposta dal Gruppo Verde a sostegno delle donne afgane. La crisi afgana provocata dal ritiro delle forze armate di USA e NATO quest’estate ha portato a un annullamento dei diritti

MOZIONE. Il 7 settembre 2022 scadrà la concessione per la Cava di S. Floriano a Laghetti di Egna. La data di chiusura della cava è attesa da anni dalla popolazione che ha pagato un caro prezzo ambientale per questo impianto, con grossi disagi dovuti soprattutto a

COMUNICATO STAMPA. L'attuale sviluppo della nostra provincia, soprattutto quello del mondo montano, ci mostra un trend di costante cementificazione: gli hotel sono sempre più grandi, le suite più spaziose, le aree benessere più estese; i rifugi alpini diventano più lussuosi, i bacini di raccolta più grandi

MOZIONE. Nei prossimi cinque-otto anni, l'Alto Adige potrebbe trovarsi ad affrontare non solo uno, ma due eventi sportivi di massa. Lo svolgimento delle gare di biathlon nell’ambito dei giochi olimpici 2026 ad Anterselva è già sicuro. Inoltre, nel 2029 in Val Gardena potrebbe svolgersi il campionato

MOZIONE. È noto che la violenza sulle donne ha molteplici aspetti. Solitamente si pensa soprattutto alla sua accezione fisica e la si definisce partendo da lì. Questo fatto costituisce un problema, perché molte persone, e soprattutto le donne che subiscono una violenza psicologica, non la riconoscono

COMUNICATO STAMPA. Ad Alpbach, nella quattordicesima Seduta congiunta delle assemblee legislative di Alto Adige, Trentino e Tirolo (Dreierlandtag) si è discussa oggi 22 ottobre 2021 la mozione presentata dal Gruppo Verde per ridurre l’inquinamento acustico dovuto al traffico motorizzato sulle montagne dell’Euregio. Il rumore è un problema

COMUNICATO STAMPA. Il 21 e il 22 ottobre 2021 ci sarà ad Alpbach la quattordicesima Seduta congiunta delle assemblee legislative di Alto Adige, Trentino e Tirolo (Dreierlandtag). Come sempre si tratta di un’occasione importante in cui le tre regioni alpine possono scambiare idee e prendere decisioni