HomeEconomia diversa

Economia diversa

La politica economica verde in Sudtirolo, in Europa e nel mondo si impegna da tempo per una conversione ecologica che sia di lunga durata e credibile e si distingue assai bene dagli slogan dalla vita corta di chi vuole pulire la propria immagine con il Green-Washing.

Come parte degli stati industrializzati contribuiamo non poco alla loro impronta ecologica. Per invertire la tendenza iniziamo dalle piccole cose: tutela del suolo e del paesaggio, prevenzione e riciclaggio dei rifiuti, risparmio energetico e promozione di fonti di energia alternative e rinnovabili, mobilità sostenibile, edifici a basso consumo energetico, pianificazione urbana a misura di persona, consumo di prodotti a km 0, acquisti equo-solidali – in tutti questi campi, che per noi sono sempre stati al primo posto, un’azione verde è sempre più necessaria. Anche per poter superare le gravissime crisi che stanno minacciando il pianeta e l’umanità.

Nel Bauernbund volano stracci dopo le dichiarazioni di Leo Tiefenthaler, presidente contemporaneamente della associazione contadini e del Wirtschaftsring. Probabilmente tirato per la giacchetta dalle lobby economiche l’Obmann del  Bauernbund ha riesumato il tema del potenziamento dell’aeroporto. Così per l’ennesima volta si mette in discussione l’esito del

Ora trovate la nostra brochure anche online. Cliccando al bordo dell'immagine arrivi ai nostri capitoli: Turismo: siamo arrivati al limite Il rischo della bolla Proposte per una terapia turistica verde È ora di cambiare Clicca qui per scaricare il pdf. [pdf-embedder url="https://www.verdi.bz.it/wp-content/uploads/2018/08/180816_Tourismusheft-002-2.pdf" title="180816_Tourismusheft (002)"]

Ben dieci importanti emendamenti dei Verdi approvati dal Consiglio provinciale (cui se ne aggiungono altri due già approvati in commissione). La riforma resta problematica, ma qualche passo avanti è stato fatto, tramite il reciproco ascolto tra maggioranza e gruppo Verde. Valorizzato il territorio e l'integrazione

Martedì 24/7/2018 i Verdi discutono con Thomas Waitz (Deputato austriaco al Parlamento europeo), Urban von Klebelsberg (per 30 anni amministratore dell'Abbazia Novacella) ed Elda Dalla Bona (Gaslein - Gruppo di acquisto solidale) sul futuro dell'agricoltura in Alto Adige. La domanda centrale è la seguente: Quale visione

Il nostro programma elettorale del 2013, nel capitolo sull’ecologia quotidiana, recitava così: “L’ecologia è presupposto indispensabile per il benessere e la qualità della vita. Tutelare natura e biodiversità e garantire le basi della nostra esistenza come l’acqua e l’aria pulita sono da sempre al centro dell’impegno verde.

L’operazione era stata annunciata in grande stile: la trasformazione di Pensplan Invest in società in house delle due Province autonome avrebbe garantito a Trento e Bolzano “uno strumento finanziario fondamentale per lo sviluppo economico del territorio”, come aveva dichiarato il Presidente Kompatscher. Ma come è successo

L'odierna Giornata mondiale del turismo arriva in un periodo molto positivo a livello europeo, in cui Italia, Spagna e Grecia, ma anche l'Europa centrale possono vantarsi di cifre di pernottamenti strabilianti. Anche l'Alto Adige è nel pieno di questo trend con numeri da record grazie

Un primo commento sulla nuova legge urbanistica Politica degli annunci e strategia della zebra: questi i principali punti critici sottolineati dai Verdi alla presentazione della nuova legge urbanistica "territorio e paesaggio". Il processo che ha portato alla legge è stato in definitiva meno partecipato rispetto a

Attivisti/e digitali ed interessati/e di Bolzano, Trento, Verona e Milano si sono incontrati lo scorso weekend nel "Monastero del Bene Comune" di Sezano per approfondire il tema della "Conoscenza nell'era digitale". Il "colloquio invernale" del Gruppo Verde "Sostenibilità Digitale" ha visto la partecipazione di attivisti del progetto "sportello open"