HomeComunicati stampaVaccinare, vaccinare, vaccinare. Testare, testare, testare

Vaccinare, vaccinare, vaccinare. Testare, testare, testare

COMUNICATO STAMPA.

“Vaccinare, vaccinare, vaccinare. Testare, testare, testare“. La scorsa primavera è stato un vero e proprio mantra. Che è stato anche efficace. Con i test a tappeto in una prima fase e la campagna vaccino-e-test subito successiva, siamo riusciti a far abbassare in modo significativo il numero dei contagi in Alto Adige. Nel corso dell’estate e dell’autunno, i test sono stati poi ridotti a favore di una campagna di vaccinazione dedicata.

Noi sosteniamo la campagna di vaccinazione della Provincia. La sosteniamo e invitiamo regolarmente le persone ad andare a vaccinarsi. Noi siamo tutti vaccinati e abbiamo prenotato il terzo richiamo. Pensiamo che il vaccino sia il modo più efficace per uscire dalla pandemia – in tutto il mondo.

Al contempo osserviamo che il virus si sta diffondendo di nuovo, ora con una nuova variante. La protezione garantita dal vaccino nelle prime due dosi si sta esaurendo prima del previsto. Anche le persone vaccinate si ammalano e possono diffondere il virus. È quindi urgente aumentare ancora il numero dei test. Attualmente, i test sono fortemente sbilanciati verso coloro che si sottopongono al test più volte alla settimana per ottenere il GreenPass (eseguiti per esempio a inizio e fine giornata e con i test antigenici rapidi).

Ora sarebbe importante istituire un’offerta di test a bassa soglia, facilmente accessibile e basata sui bisogni in questa fase in cui il virus si diffonde di nuovo rapidamente. A seconda della necessità, a volte è necessario un test PCR o un test rapido antigenico; per molte situazioni, sarebbe sufficiente anche un test nasale. Con un’offerta di test più differenziata, i nuovi positivi potrebbero essere registrati immediatamente.

In più c’è una parte della popolazione che non si vaccina. Se i test come strategia aggiuntiva non saranno più validi, una parte del personale nel sistema sanitario, sociale e ora anche educativo lascerà il posto di lavoro. Questo va assolutamente preso in considerazione. Si può supporre che una parte delle persone che finora ha evitato di vaccinarsi si vaccinerà, un’altra parte accetterà addirittura le sospensioni. Questo significa, a prescindere da come la si pensi sui vaccini, un enorme problema per questi settori.

Vaccini e test devono rimanere complementari. Le due strategie non si contraddicono, si completano a vicenda. Il vaccino e i test permettono agli individui di assumersi la responsabilità per sé stessi e per la società. E questa consapevolezza va preservata e rafforzata.

Nella sessione di dicembre del Consiglio provinciale il Gruppo Verde presenterà una mozione legata alla legge di stabilità che prevede la ripresa di un ampio programma di test.

Bolzano, 30/11/2021
Cons. prov.
Brigitte Foppa
Riccardo Dello Sbarba
Hanspeter Staffler

Avatar

Author: Serena

Kommunikationsbeauftragte der Grüne Fraktion.

Neue alte Talabfahrt
Gaslighting: diamo u
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO