HomeComunicati stampaFacciamo buon uso delle lezioni imparate da questa crisi!

Facciamo buon uso delle lezioni imparate da questa crisi!

COMUNICATO STAMPA.

Riflessioni dei Consiglieri provinciali Verdi nel dibattito generale sul disegno di legge “Misure di contenimento della diffusione del virus SARS-COV-2 nella fase di ripresa delle attività”.

È iniziato oggi in Consiglio provinciale il dibattito sul disegno di legge della Giunta sulla fase 2 della crisi Covid19. La situazione cambia rapidamente, quasi di ora in ora.

L’ultimo decreto Conte ha lasciato perplessi anche noi. Come la maggior parte delle cittadine e dei cittadini in Italia speravamo in dichiarazioni più chiare e in passi più rapidi verso la riapertura.
Ma fatichiamo a condividere la modalità di confrontazione scelta dalla SVP: non siamo sicuri al 100% di muoverci nel rispetto della Costituzione e non ci è nemmeno stata fornita una perizia epidemiologica su cui si basano le scelte proposte nella legge. “Nel profondo anche noi pensiamo che la vita debba ricominciare, ma in quest’aula abbiamo giurato fedeltà alla Costituzione e allo Statuto d’autonomia. Nonostante sia d’accordo con buona parte dei contenuti di questa legge, quello che ci viene chiesto qui oggi è di prendere una decisione di coscienza” ha sottolineato Hanspeter Staffler nel suo discorso.

Ricordiamoci che il nemico non è Roma, ma il virus, come abbiamo letto oggi su un settimanale sudtirolese. E questa malattia ci unisce tutti, da nord a sud, da est a ovest.
Capiamo bene la necessità di tante aziende di riaprire al più preso e quella delle cittadine e dei cittadini a poter esercitare nuovamente i propri diritti fondamentali. Una riapertura repentina e totale – (“tutto aperto subito!”) – è comunque rischiosa e pone delle domande: abbiamo gli strumenti adeguati per affrontare la fase 2? Siamo in grado di monitorare la situazione sul nostro territorio? Sappiamo che il peggio è forse passato, ma anche che la parte difficile inizia adesso. “A oggi i dati ci dicono che siamo tra le Regioni più colpite in Europa, quindi facciamoci guidare prima di tutto dalla modestia e abbassiamo i toni della retorica. Quelli usati in queste settimane non si addicono a un partito responsabile e di governo com’è di solito la SVP” ha esortato l’aula Riccardo Dello Sbarba, nel suo appassionato discorso.

Brigitte Foppa ha osservato che secondo lei questa crisi ci sta ributtando indietro di 50 anni. “Siamo tornati all’epoca dell’uomo forte e delle donne chiuse nella sfera domestica. La nostra provincia ha visto riaffiorare la separazione dei gruppi linguistici in mondi e schemi di reazione molto diversi. E l’ambiente rischia: dovremo ripensare gli spazi, i materiali monouso stanno riavendo il sopravvento e la gente ha ricominciato a lasciare i rifiuti per strada” – questi gli spunti della capogruppo nel dibattito generale.

Dobbiamo reagire subito a queste derive. I finanziamenti devono essere canalizzati dove ne abbiamo davvero bisogno: dove sono le donne e i bambini, dove ci sono pericoli ambientali, dove la cultura rischia di morire, nel sistema sanitario territoriale, nella scuola. E in queste direzioni vanno le nostre proposte e i nostri emendamenti a questa legge, che purtroppo contiene molti punti di ambiguità. Proprio su questi concentreremo la nostra attenzione, perché è in questi spazi di ambiguità che si infila il virus.

Non sprechiamo le lezioni che abbiamo imparato da questa crisi: “riformare” deve essere la parola-chiave di questo percorso che ci prepariamo ad affrontare. Cambiamo strada! Non è un caso che il virus si sia diffuso in modo così forte nei luoghi più inquinati della terra.

Non abusiamo dell’autonomia e se facciamo questa legge, allora che sia davvero BUONA!

Bolzano, 7/5/2020

Cons. prov.
Brigitte Foppa
Riccardo Dello Sbarba
Hanspeter Staffler

Avatar

Author: Heidi

Dopo la crisi bisogn
#Covid19 - Fase 2: T
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

Prima (il) Klima!