HomeComunicati stampa“Non un passo indietro” anche i Verdi a Verona il 30 marzo per dire che i diritti e la libertà di scelta non si toccano

“Non un passo indietro” anche i Verdi a Verona il 30 marzo per dire che i diritti e la libertà di scelta non si toccano

Domani, sabato 30 marzo un gruppo di Verdi parteciperanno al corteo di protesta “Non un passo indietro” contro il congresso internazionale delle famiglie patrocinato e sostenuti da esponenti del governo come il ministro Fontana, il ministro Salvini e il senatore Pillon. È un’occasione importante per dire ancora una volta con forza che i diritti delle donne all’autodeterminazione non si toccano, che la libertà delle persone di amare chi e come vogliono va protetta. “Le famiglie di ogni tipo, basate sull’amore e il rispetto, sono una ricchezza per tutta la società e come tali vanno sostenute” così Ulrike Spitaler, portavoce delle Donne Verdi. Sul treno delle 11:17 da Bolzano ci saranno, fra le altre persone, Marialaura Lorenzini, Chiara Rabini, Rosina Ruatti, Sadi Pfaffstaller, Hannah Lazzaretti: “Chi si vuole aggregare è il/la benvenuto/a! Più siamo meglio è!”.

Erbicidi, passo avan
Olimpiadi ad Anterse
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

* Die Checkbox für die Zustimmung zur Speicherung ist nach DSGVO zwingend.

Ich stimme zu.