HomeComunicati stampaTraforo Malles-Bormio: no a un treno-navetta per auto, bus e camion

Traforo Malles-Bormio: no a un treno-navetta per auto, bus e camion


Ieri a Malles l’assessore altoatesino Richard Theiner e il sottosegretario della Lombardia Ugo Parolo hanno presentato lo studio preliminare per un traforo sotto lo Stelvio.
Lo studio ha valutato diverse ipotesi di tunnel stradale e ferroviario. L’ipotesi stradale è stata decisamente respinta da tutti gli interventi di parte altoatesina: la Val Venosta non può diventare un corridoio per il traffico su gomma tra Germania e Lombardia.
Poiché finora Lombardia e Alto Adige hanno parlato due lingue diverse (di strada a Milano, di ferrovia a Bolzano), auspichiamo che durante l’analoga presentazione che si terrà questa sera a Bormio l’assessore Theiner parli chiaro, seppellendo definitivamente l’ipotesi stradale.
Ma anche i progetti di tunnel ferroviario presentati dalla Regione Lombardia sono inaccettabili. Essi prevedono infatti un treno al servizio della strada, con la possibilità di trasportare su ferrovia le auto, i bus e i camion.
Nelle previsioni, i maggiori utilizzatori del tunnel di circa 30 km sarebbero proprio i mezzi su gomma, che raggiungerebbero la Venosta dall’Europa attraverso passo Resia, monterebbero a cadenza oraria sul treno a Malles, in 25 minuti raggiungerebbero in treno Bormio, lì scenderebbero dal treno e continuerebbero su strada verso Milano.

Lo studio ha evidentemente preso a modello l’analogo tunnel svizzero della Vereina, che con treni navetta ogni 30 minuti consente ai veicoli stradali di evitare il Passo della Flüela e raggiungere la strada per Davos in 18 minuti.
Che il nuovo traforo ferroviario lavorerebbe per la strada lo dimostra anche il fatto che da Bormio a Tirano non esiste alcuna linea ferroviaria. Tra i due centri della Valtellina ci sono 35 chilometri e 900 m di dislivello e servirebbe un tunnel dal costo di oltre un miliardo di euro. Su questo Parolo non ha preso alcun impegno concreto.
In queste condizioni, il progettato traforo ferroviario Malles-Bormio si trasformerebbe in un treno-navetta rapido, con frequenza oraria, per auto, bus e camion; un magnete di traffico su gomma che va respinto.
Un tunnel ferroviario verso Bormio può essere accettabile esclusivamente per il trasporto di persone. Ma la condizione è che la Lombardia porti la ferrovia della Valtellina fino a Bormio. E da questo siamo ancora molto lontani.
 
 
Riccardo Dello Sbarba
Brigitte Foppa
Hans Heiss
 

  1. 12. 2017
Iscrizioni alle scuo
Mercatini di Natale:
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

* Die Checkbox für die Zustimmung zur Speicherung ist nach DSGVO zwingend.

Ich stimme zu.