HomeComunicati stampaSanità ancora senza diagnosi e terapia

Sanità ancora senza diagnosi e terapia

AssistenzaSanitariaDa settimane assistiamo a un tentativo zoppicante e incompiuto di riforma sanitaria. Questo procedere a zig-zag da parte della SVP, incluso gioco di potere neopaternalista nei confronti della assessora che prima viene lanciata in avanti e poi bocciata a suon di fischi, non è più accettabile. Ma chi ci rimette di più da questa situazione di stallo priva di strategia e obiettivi chiari è il sistema sanitario stesso, il quale, come una persona ammalata, aspetta sempre più sofferente che i “medici” si decidano a presentargli una diagnosi in base alla quale poi procedere con una cura adeguata e comprensibile.
Mentre la Giunta non sa più a che santo votarsi, le zone periferiche della Provincia hanno presentato le loro richieste ben precise e anche i richiami da parte della società civile non lasciano dubbi. Anche se saranno inevitabili delle misure di risparmio, gli ospedali di San Candido, Vipiteno e Silandro devono rimanere aperti. Nei vari pellegrinaggi a Roma la Giunta deve fare in modo di ottenere una regolamentazione adeguata al nostro territorio: è assurdo che uno Stato così eterogeneo come l‘Italia preveda e imponga gli stessi standard ovunque.
Nell‘ambito della „Legge onmibus“ noi Verdi abbiamo presentato un ordine del giorno nel quale richiediamo la cessazione delle minacce di chiusura, ma soprattutto la pubblicazione della situazione con dati e numeri e l‘elaborazione di un piano di riforma complessivo su cui potersi poi confrontare in Consiglio.
Noi crediamo che un servizio di assistenza sanitaria di vicinanza sia più che mai sensato, soprattutto per quanto riguarda i punti nascita e non accettiamo di contrapporre l‘ospedale di Bolzano a quelli periferici. Dall‘assessora e dalla Giunta provinciale ci aspettiamo una procedura moderna e dettagliata dalla quale emerga chiaramente che il risparmio non possa avvenire a scapito della salute della gente.
Brigitte Foppa
Hans Heiss
Riccardo dello Sbarba
BZ, 07.10.2014

OMNIBUS ENERGIA –
Alluvione a Genova:
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

* Die Checkbox für die Zustimmung zur Speicherung ist nach DSGVO zwingend.

Ich stimme zu.