HomeElezioni provinciali 2018Nuovo simbolo, un messaggio chiaro: anche nelle elezioni provinciali è in gioco l´Europa. E noi ci riconosciamo nell´Europa.

Nuovo simbolo, un messaggio chiaro: anche nelle elezioni provinciali è in gioco l´Europa. E noi ci riconosciamo nell´Europa.

In presenza di Reinhard Bütikofer, co-portavoce del Partito Verde Europeo, i Verdi Grüne Vërc presentano il nuovo simbolo e al contempo il loro legame con un´ Europa solidale.

Che cosa hanno a che fare le elezioni provinciali con l´Europa? Noi Verdi diciamo: hanno molto a che fare. Da una parte assistiamo in queste elezioni provinciali al restringimento dello sguardo, limitato solo alla propria piccola provincia, che viene progressivamente separata dal suo contesto in Italia, nelle Alpi e in Europa. E dall´altra vediamo partiti che cercano di raccogliere voti proprio con questo modo ristretto di pensare.

Che un tema secondario come la doppia cittadinanza diventi uno dei temi centrali della discussione dimostra che l´Alto Adige rischia di sprofondare in questa dimensione piccola e ristretta..

Noi Verdi del Sudtirolo siamo da tempo membri dei Verdi europei e abbiamo voluto sottolineare questa appartenenza anche nel nostro nuovo simbolo. Lo facciamo volentieri, perché vogliamo dimostrare che noi non siamo solo una forza locale, ma parte di un più grande movimento europeo e portiamo avanti in quel contesto le specificità della nostra provincia. Per noi è importante al contempo portare nella discussione locale la grande visione dell´Europa. Apertura culturale contro la ristrettezza del nazionalismo: questo è il nostro principio. Ma anche la consapevolezza che i grandi temi del presente, come il cambio climatico, la migrazione, la giustizia sociale non si fermano ai confini di una nazione, o di una provincia.

Il 22. Settembre il co-portavoce dei Verdi Europei, Reinhard Bütikofer, insieme alle candidate e ai candidati dei Verdi altoatesini, ha presentato a Bolzano il nuovo logo. Nell´occasione, Bütikofer ha preso una chiara posizione per un´Europa solidale, contro i nazionalismi di ritorno. “Se in Europa prevale il conflitto tra gli opposti egoismi, a soffrirne saranno soprattutto regioni come l´Alto Adige, che si trovano sui punti di passaggio tra le grandi lingue e culture europee. L´Alto Adige lo sa bene grazie alla sua storia. Al contrario, la storia ha insegnato che il processo d´integrazione europea ha rappresentato il contesto migliore per superare le ostilità del passato. Per questo noi Verdi non vogliamo un´Europa dei nazionalismi, ma un´Europa della cooperazione solidale” ha affermato Reinhard Bütikofer a Bolzano.

TAGS:
Incontro tra sindaca
L’Alto Adige ha bi
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

* Die Checkbox für die Zustimmung zur Speicherung ist nach DSGVO zwingend.

Ich stimme zu.