DE IT
HomeCovid-19In tempi di Corona Virus…. Il Consiglio provinciale riapre.

In tempi di Corona Virus…. Il Consiglio provinciale riapre.

NEWS DAL CONSIGLIO PROVINCIALE.

In queste settimane ci siamo chiesti tante volte: Che cosa può fare un’opposizione senza parlamento? Qual è in questa situazione il nostro compito come gruppo consiliare di opposizione?

Abbiamo provato in tanti modi a tenere attivo il discorso politico, abbiamo avviato dei dialoghi online, i nostri frequentatissimi Green meeting point, abbiamo attentamente osservato la realtà, condiviso commenti e riflessioni. Abbiamo raccolto tutto sul nostro sito.

Mercoledì 15 aprile alle ore 14:30, dopo più di un mese di assenza, siamo rientrati in Consiglio provinciale. Ed è stata una sensazione davvero speciale essere di nuovo nel luogo dove far risuonare parole, pensieri proposte. Finalmente la democrazia, anche se in mascherina e guanti, ha ripreso un po’ di vita.

La SVP ha provato all’inizio a mettere di nuovo a tacere il dibattito, chiedendo all’opposizione di non presentare emendamenti. Non potevamo accettarlo. Soprattutto in tempi di crisi bisogna prendersi il tempo per la democrazia. E su nostra ferma proposta il dibattito si è tenuto, con grande senso di responsabilità da parte di tutte e tutti.

Dovevamo approvare un pacchetto di misure da 200 milioni per la gestione della crisi. La terza commissione legislativa ne aveva discusso bene e a lungo. Sul tavolo però ci siamo trovati 300 milioni in più da approvare, 150% in più di quanto annunciato. Non è stato facile ottenere le spiegazioni necessarie per capire che cosa stessimo votando. È un periodo di emergenza e i provvedimenti vanno presi in fretta, con procedure snelle. Abbiamo approvato il pacchetto da 500 milioni con una promessa, fatta a noi stessi, agli elettori, alle elettrici, alla Giunta: osserveremo, come sempre, con attenzione tutte le delibere che la Giunta approverà e faremo sentire la nostra voce se vedremo operazioni ingiuste e poco trasparenti. E faremo anche delle proposte, affinché le famiglie, i più deboli, l’ambiente e il clima non vengano dimenticati.

I nostri due ordini del giorno in cui chiedevamo di convocare regolarmente le commissioni legislative per discutere delle misure per il covid19 e di attenersi ai criteri di sostenibilità e di tutela del clima nell’elaborazione delle misure nella seconda fase di gestione della crisi sono stati bocciati, seppur nell’imbarazzo di tutti. Ci siamo dovuti accontentare di promesse e di dichiarazioni d’intenti “ci stanno comunque già pensando”. Staremo a vedere e sicuramente non abbasseremo la guardia…

In questo periodo in cui niente sembra essere certo, è arrivata ieri una bella notizia, vera e concreta. Finalmente la Giunta si è decisa e ha detto NO al progetto di collegamento Vallelunga-Kaunertal. Anni di battaglie, mozioni, comunicati, sensibilizzazione, sostegno alle associazioni ambientaliste hanno finalmente dato i loro frutti. Valle Lunga rimarrà un territorio intatto, con una biodiversità preziosa e un turismo dolce e sostenibile.

In questi tempi preoccupanti di coronavirus il lavoro del Gruppo Verde continua, la democrazia non si ferma. Se avete bisogno di contattarci, scrivete a [email protected] .

#NoiResistiamo

Brigitte, Riccardo, Hanspeter

Avatar

Author: Serena

Kommunikationsbeauftragte der Grüne Fraktion.

Diritti umani fino a
Covid-19: troppi dec
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO