HomeComunicati stampaImpedire che Bolzano venga svenduta

Impedire che Bolzano venga svenduta

bolzanogrigiaIeri in Consiglio Comunale era nitida la percezione che non ci fossero vincitori, ma solo vinti. Il Sindaco se ne è andato dalla porta posteriore, senza neanche avere il coraggio di spiegarsi a voce e mettendoci la faccia davanti al Consiglio.
Riteniamo il gesto gravissimo.
Il prezzo lo pagherà la città e la sua vita democratica.
Come Verdi siamo costernati, anche perché ci eravamo impegnati per rendere possibile, col nostro appoggio, una gestione seria del (bene) comune.
Quel che comunque è più grave ancora è lo scavalcamento delle decisioni democratiche per quanto riguarda il progetto „Benko“. E’ un atto che è già gravissimo da parte del Sindaco dimesso, ma ancora di più è imperdonabile e incomprensibile da parte del Presidente Kompatscher l’aver apposto la propria firma sotto la convocazione della conferenza dei servizi per riaprire il „Benko-bis“. E’ lo stesso Kompatscher che, all’inizio della sua scalata alla Provincia, si era proposto come garante dell’autonomia dei Comuni e più di una volta l’abbiamo sentito a gran voce difendere i Consigli Comunali. Acqua passata, evidentemente.
Ora della decisione del Consiglio Comunale di Bolzano sia il suo ormai ex-sindaco che il Presidente Kompatscher se ne infischiano altamente. Tra Bolzano e Benko, hanno scelto Benko.
Non solo. In tutta questa operazione, evidentemente preparata da tempo, vediamo la volontà di Kompatscher di commissariare la città di Bolzano e di governarla dalla Provincia. Per Bolzano passano le prossime scelte strategiche: inceneritore, aeroporto, fusione AEW-SEL, concessione A22, oltre ovviamente al progetto „Benko“. Evidentemente su tutto ciò Kompatscher vuole far passare le proprie scelte senza doversi confrontare con la volontà democratica della città.
Dunque: Addio Sindaco Spagnolli, buongiorno Commissario Kompatscher!
In questo momento di instabilità e incertezza noi Verdi impegneremo tutta la nostra intelligenza e serietà politica per contribuire a salvaguardare la rappresentanza democratica e la sovranità della città. Contro chi vuole svendere Bolzano.
Tobias Planer e Maria Laura Lorenzini, Verdi in Consiglio comunale
Brigitte Foppa e Giorgio Zanvettor, portavoce provinciali dei Verdi
Riccardo Dello Sbarba e Hans Heiss, Gruppo Verde in Consiglio provinciale.

Una nuova legge per
Sì all’autonomia
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

* Die Checkbox für die Zustimmung zur Speicherung ist nach DSGVO zwingend.

Ich stimme zu.