HomeNewsE i Verdi dove sono? – quando si parla di vaccini…

E i Verdi dove sono? – quando si parla di vaccini…

I Verdi si impegnano già da molti anni contro l’obbligo di vaccinazione, quindi a favore della autodeterminazione delle famiglie. In parte coinvolti personalmente dalla situazione legislativa restrittiva, è per noi importante che per quanto riguarda il tema delle vaccinazioni si investa sulla sensibilizzazione e non sull’obbligo.

 
Alla base della nostra posizione ci sono i seguenti dubbi e le successive riflessioni:

Dieci vaccini obbligatori, dieci interrogativi

  1. Può davvero decidere meglio lo Stato rispetto a genitori ben informati se una bimba o un bimbo debba essere vaccinato o vaccinata?
  2. Non diventa un’ingerenza eccessiva quando lo Stato decide quali siano le malattie che una bambina o un bambino possono sopportare e quali no?
  3. L’obbligo di vaccinazione comporta davvero una copertura vaccinale più elevata?
  4. Non esiste il pericolo che come reazione all’obbligo per legge sempre più genitori vengano spinti verso la parte più fondamentalista degli antivax?
  5. La soluzione migliore non sarebbe puntare sulla Sensibilizzazione piuttosto che sull’obbligo?
  6. L’Italia deve essere per forza uno dei pochi Paesi europei che investono sull’obbligo invece che sulla prevenzione, imponendo l’obbligo di ben 10 vaccini?
  7. Si può parlare ancora di misure “adeguate” quando improvvisamente a bimbe e bimbi non vaccinati viene vietato l’accesso alla scuola materna?
  8. Non è in contraddizione con i compiti delle educatrici il compito di far rispettare delle misure sanitarie?
  9. Bambine e bambini ammalati significano anche assenza dei genitori dal posto di lavoro. Potrebbe essere che con l’obbligo vaccinale si vogliano arginare anche le assenze dovute alla malattia dei figli?
  10. Vogliamo davvero che i bambini e le bambine non imparino più a gestire la debolezza, le ferite e la malattia? Una società che disimpara queste competenze sviluppa nuove dipendenze e una mentalità di rimozione della malattia e della morte.

 
Non vogliamo però dimenticare alcuni fatti:

  • I vaccini proteggono da alcune malattie
  • La base deve essere il diritto all’autodeterminazione e libertà di decisione
  • Le 10 vaccinazioni obbligatorie non differenziano tra malattie pericolose e meno pericolose
  • I bambini non vaccinati non sono un pericolo per bambini vaccinati.
  • In Germania, Svizzera, Danimarca, Finlandia, Estonia, Grecia, Irlanda, Lituania e Austria al momento non c’è alcun obbligo per legge, solo raccomandazioni di vaccinazione.
  • Nonostante l’obbligo di vaccinazione per diverse malattie, l’Italia presenta una copertura vaccinale più bassa rispetto alla Germania.
  • La sensibilizzazione dà risultati migliori rispetto all’obbligo

 
Che cosa succede in Consiglio provinciale in proposito?

TAGS:
L’Austria in turch
Le associazioni sono
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

* Die Checkbox für die Zustimmung zur Speicherung ist nach DSGVO zwingend.

Ich stimme zu.