HomeLavoro consiliareDecreto sblocca Italia e inceneritore di Bolzano

Decreto sblocca Italia e inceneritore di Bolzano

Muellverbrennungsanlage_artikelBoxINTERROGAZIONE SU TEMI DI ATTUALITA’.
Si moltiplicano le voci secondo cui l’Alto Adige potrebbe essere costretto dal Governo a bruciare rifiuti provenienti da fuori provincia. Il governo ha convocato le Regioni a Roma il 9 settembre per discutere del decreto attuativo dell’articolo 35 dello Sblocca Italia, che riguarda appunto la politica dei rifiuti. Nel testo del ministero dell’Ambiente viene confermata la filosofia di fondo, ovvero che tutti gli inceneritori presenti in Italia dovranno funzionare a pieno regime.
Si chiede:

  1. Quale posizione ha portato a Roma il Presidente della Giunta provinciale in merito al decreto attuativo dell’articolo 35 dello Sblocca Italia?
  2. Quali garanzie ci sono attualmente che l’inceneritore di Bolzano non sia costretto a bruciare rifiuti da fuori provincia? La legge provinciale che vieta espressamente l’import dei rifiuti può essere ritenuto o no uno strumento ancora efficace contro le intenzioni del Governo? Quali sono le motivazioni giuridiche della risposta?
  3. La Giunta provinciale vuole e può mantenere l’impegno a non bruciare a Bolzano rifiuti provenienti da fuori? Se non vuole o non può, perché? Se invece vuole e può, quali passi intende fare per raggiungere l’obbiettivo?

Bolzano, 1 settembre 2015
Firmato Cons.
Riccardo Dello Sbarba
Brigitte Foppa
Hans Heiss

TAGS:
Trasporto pubblico:
Accoglienza profughi
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

* Die Checkbox für die Zustimmung zur Speicherung ist nach DSGVO zwingend.

Ich stimme zu.