HomeComunicati stampaAccoglienza profughi in Alto Adige/Südtirol

Accoglienza profughi in Alto Adige/Südtirol

La solidarietà a Baviera e Tirolo è un atto dovuto.

emergenzaL’arrivo in massa di profughi in Austria e in Baviera ha messo in seria difficoltà commissariati e volontari i quali ormai sono sovraccarichi oltre ogni limite. Le immagini della stazione di Vienna, quelle di Monaco, Rosenheim e Passau mostrano come decongestionamento sia la parola del momento.
Riteniamo sia un gesto di grande importanza quello fatto dalla Provincia in questa situazione di emergenza, la quale su richiesta del governo bavarese si è offerta di accogliere qualche centinaio di profughi in alcuni edifici scolastici soprattutto a Bressanone. La disponibilità della protezione civile e della croce bianca così come l’impegno di molti volontari contribuiranno ad alleviare la situazione di estrema emergenza in cui si trovano i profughi e a rendere il più gradevole possibile il loro soggiorno anche per la popolazione locale.
È ormai sotto gli occhi di tutti/e che anche la nostra provincia verrà chiamata in futuro a prestazioni sempre più grandi. Proprio in considerazione del fallimento delle politiche europee per un’accoglienza solidale e condivisa, in futuro sarà decisiva una disponibilità all’aiuto organizzata, umana e motivata da parte di tutti/e. La nostra provincia e la nostra società sono pienamente in grado di affrontare e superare insieme questa sfida.
Hans Heiss
Riccardo Dello Sbarba
Brigitte Foppa

Decreto sblocca Ital
Che cosa succederà
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

* Die Checkbox für die Zustimmung zur Speicherung ist nach DSGVO zwingend.

Ich stimme zu.