DE IT
Home2020Agosto

INTERROGAZIONE.

Sulla vicenda dei voti cambiati in uno scrutinio ripetuto in una scuola media di lingua italiana di Bolzano abbiamo già presentato l’interrogazione n. 948/20-XVI che tuttavia ha avuto una risposta evasiva. Che rimandava all’indagine interna predisposta dalla Giunta provinciale e al tempo non ancora conclusa. Abbiamo appreso dai media che l’indagine si è conclusa ed ha accertato che nelle azioni del Sovrintendente scolastico (che pure nella classe avrebbe avuto anche il proprio figlio) non è stato rilevato nulla di scorretto. Vorremmo a questo punto capire come si sono svolti i fatti secondo le risultanze dell’indagine.

Si chiede pertanto

  1. Qual è l’esatta ricostruzione dei fatti scaturita dall’indagine della Giunta provinciale? Si prega di riferire in modo dettagliato.
  2. Qual è stato il comportamento e il ruolo del Sovrintendente scolastico in questa vicenda e perché la Giunta provinciale ritiene che in esso non vi sia nulla di irregolare?
  3. Poiché la ripetizione di uno scrutinio con il cambiamento di voti già assegnati rende evidente che qualche problema c’è stato, qual è stato dunque il problema, o l’errore compiuto, e chi ne porta la responsabilità?
  4. La Giunta o l’assessore hanno preso provvedimenti verso qualcuno dei protagonisti della vicenda? Se sì, verso chi? Se no, perché?
  5. Chi ha condotto l’indagine interna ordinata dalla Giunta e con quale metodologia? Quale documentazione è stata acquisita e quali persone sono state audite?

Bolzano, 26.08.2020

Cons. prov.
Riccardo Dello Sbarba
Brigitte Foppa
Hanspeter Staffler