HomeComunicati stampaUn voto Verde è un voto per un’Europa del futuro e della solidarietà: Reinhard Bütikofer sostiene i Verdi sudtirolesi alle elezioni europee

Un voto Verde è un voto per un’Europa del futuro e della solidarietà: Reinhard Bütikofer sostiene i Verdi sudtirolesi alle elezioni europee

Il co-presidente del Partito Verde Europeo Reinhard Bütikofer onora ancora una volta la sua amicizia con i Verdi sudtirolesi facendoci visita in un momento elettorale decisivo: lo sprint finale verso le elezioni europee.

È qui per sostenere la campagna elettorale di Norbert Lantschner e Judith Kienzl candidati sudtirolesi sulla lista Europa Verde – così ha affermato Reinhard Bütikofer durante il “Dialogo in giardino” presso il Caffè Capitol il 16 maggio organizzato dal team di gestione della campagna elettorale europea. Durante l’incontro si sono potuti affrontare i temi più importanti portati avanti dai i partiti e movimenti verdi in tutta Europa: svolta energetica ed ecologica, giustizia fiscale, una politica dei trasporti e della mobilità comune a livello europeo che punti principalmente su una rete ferroviaria efficiente e attrattiva. Bütikofer, da sempre sostenitore convinto di un’Europa comune e giusta in un mondo sempre più duro e competitivo, ha rilanciato la necessità di investire per la tutela del clima, un tema centrale anche per il nostro candidato Norbert Lantschner.

“Abbiamo bisogno di un’Europa eco-sociale. Una casa comune per l’umanità e per la gestione rispettosa dell’ambiente e della natura” – Norbert Lantschner.

“L’Europa della democrazia non può perdere contro l’Europa dei nazionalismi! Nel mio costante impegno per l’Europa non mi occupo solo di proteggere l’eredità europea di pace, libertà, bilanciamento e progresso comune. L’Europa può e deve essere molto più ambiziosa, soprattutto per quanto riguarda le politiche sociali e quelle ambientali” – Reinhard Bütikofer.

Dal 2009 Bütikofer si impegna presso il Parlamento europeo soprattutto per una politica economica e commerciale più equa e per una politica sulla sicurezza più solidale. In dialogo con la seconda candidata Judith Kienzl si è parlato anche di giovani e democrazia:

“La crisi climatica è la più grande sfida del nostro tempo. I governi europei però non hanno ancora compreso la portata del problema. Alle richieste di cambiamenti radicali, per esempio da parte del movimento giovanile „Fridays for future“, continuano a reagire con promesse vuote. Saranno soprattutto i/le giovani, anche quelli che non hanno ancora il diritto di voto, a pagare le conseguenze di questa politica miope. Per queste generazioni le prossime elezioni europee saranno decisive per il futuro, perché la crisi climatica può essere affrontata solo a livello europeo al di là di ogni confine.” – Judith Kienzl.

Per Angelo Bonelli, altro candidato sulla lista Europa Verde presente all’incontro, l’impegno ecologista non può prescindere da quello per il rispetto dei diritti umani e per la giustizia sociale.

Bütikofer spera che il rischio della deriva populista che incombe su tutta l’Europa porti molte elettrici e molti elettori sostenitori del progetto europeo a recarsi alle urne per dare la propria preferenza alle forze eco-sociali. E questo è il suo appello alle elettrici e agli elettori sudtirolesi: “Un voto Verde è un voto per un’Europa del futuro e della solidarietà. Per questo chiedo alle cittadine e ai cittadini sudtirolesi di darci il loro sostegno“.

La moderazione del dialogo è stata gestita da Hans Heiss.

 

Reinhard Bütikofer è stato candidato di punta del suo partito alle elezioni europee del 2009 e da allora è membro del Parlamento europeo. È membro della commissione per industria, ricerca ed energia (ITRE) e membro sostituto della commissione per gli affari esteri (AFET). Inoltre è vicepresidente della delegazione per le relazioni con la Cina (D-CN) e parte della delegazione per le relazioni con gli Stati Uniti (D-US).

Nel 2009 Bütikofer è stato nominato anche portavoce della delegazione tedesca dei Verdi nel Parlamento europeo (Gruppo europeo GRÜNE). Un incarico che ha ricoperto fino al 2014. Fino al 2012 è stato vicepresidente e tesoriere del gruppo The Greens/European Free Alliance nel Parlamento europeo. Nel corso della legislatura 2009-2014 è stato portavoce della delegazione tedesca dei Verdi (Gruppo europeo GRÜNE). Il 10 novembre 2012 è succeduto a Philippe Lamberts alla guida del Partito Verde Europeo facendo tandem con Monica Frassoni.

In questi giorni sta girando la Germania in lungo e in largo nel suo tour elettorale. Il 16 maggio ha fatto tappa in Alto Adige per sostenere i Verdi sudtirolesi nella loro campagna elettorale per le Europee.

TAGS:
Costruzioni di pagli
Chiarezza e responsa
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

* Die Checkbox für die Zustimmung zur Speicherung ist nach DSGVO zwingend.

Ich stimme zu.