DE IT
HomeComunicati stampaLo scambio tra Giunta e minoranze è ricominciato. Prima videoconferenza tra i capigruppo e il Presidente Kompatscher

Lo scambio tra Giunta e minoranze è ricominciato. Prima videoconferenza tra i capigruppo e il Presidente Kompatscher

CONFERENZA STAMPA.

Oggi nel primo pomeriggio si è svolta la prima videoconferenza tra il Presidente Kompatscher e i Capigruppo del Consiglio provinciale. La settimana scorsa il Gruppo Verde aveva lanciato la proposta di questo “scambio minimo” e si esprime soddisfatto della sua concretizzazione. “Il confronto parlamentare e il flusso di informazioni tra le forze politiche non deve essere interrotto, nemmeno in tempi di crisi. La democrazia non è in quarantena” commenta la capogruppo Brigitte Foppa.
In questo primo incontro in videoconferenza, i Verdi hanno chiesto chiarimenti su due temi emersi in queste ultime settimane in varie conversazioni video con la base: il primo riguardava la presenza dei militari in Alto Adige, sul loro numero, se fossero aumentati, e sui loro compiti e competenze.
Il Presidente Kompatscher ha spiegato che al momento ci sono in Alto Adige 40-50 soldati, che non si tratta di una presenza aggiuntiva e che l’esercito ha solo un compito di assistenza alle forze dell’ordine.
In secondo luogo, la capogruppo ha chiesto informazioni riguardo le limitazioni delle uscite all’aperto. “Regolarmente ci chiamano persone, anche esperte in materia, che temono che la mancanza di movimento, di sole e di aria possa avere conseguenze sulla salute psichica e fisica delle persone” ha spiegato Foppa.
Per il Gruppo Verde la disposizione a rimanere a casa e a mantenere l’isolamento è assolutamente fuori discussione.
La questione su come viene trattato il bisogno di movimento per la salute delle persone è molto delicata e deve essere parte del ragionamento sulla salute pubblica.
Il Presidente ha fatto presente che nel decreto Conte sono inclusi i motivi di salute come ragioni eccezionali per allontanarsi da casa. In merito alla discussione su cosa significhi “nelle immediate vicinanze della propria abitazione” Kompatscher ha ribadito che si è rinunciato appositamente a una indicazione in metri. Questo per fare appello alla responsabilità personale di ognuno di noi.
Lo condividiamo pienamente, confidando che tutte e tutti adotteranno un comportamento attento e responsabile nei confronti del proprio vicino, della vicina, dei propri familiari, delle persone anziane e di tutta la società.

Lo scambio necessario tra Giunta e minoranza è ricominciato. Noi non molliamo.

Avatar

Author: Heidi

Una via d’uscita d
Riflessioni da un pu
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO