HomeBuon climaIl traffico torna a farsi sentire sull’autostrada del Brennero – più forte che mai

Il traffico torna a farsi sentire sull’autostrada del Brennero – più forte che mai

COMUNICATO STAMPA.

Si temeva che, dopo la pandemia  le cose sarebbero andate ancora peggio di prima. I fine settimana di quest’estate e l’aumento di traffico sull’autostrada del Brennero, con addirittura il 10% di traffico in più rispetto a prima della pandemia, confermano purtroppo quel timore. Il traffico individuale è aumentato e si sta rivelando, per la nostra regione di transito, un carico peggiore che mai.

Questo ci sorprende solo in parte. La pandemia ha reso il trasporto pubblico meno attraente. La gente ovviamente si sente più sicura nella propria auto. In più le misure di risparmio adottate negli ultimi anni dai gestori delle ferrovie e del trasporto su rotaia presentano ora il conto, sia a livello nazionale che internazionale. Viaggiare in treno è diventato ancora più “fastidioso” e complicato. Si pagano dei bei soldi, per avere però spesso un servizio mediocre.

Il prezzo di questo sviluppo sbagliato lo pagano le persone che vivono lungo le strade più trafficate. Soffrono e si lamentano a causa del rumore, dei gas di scarico, dell’inquinamento da polveri sottili e da ossido di azoto e sperimentano in prima persona che cosa significhi rimuovere e così non affrontare il cambiamento climatico.

Da un lato, la Giunta provinciale lancia grandi proclami di protezione del clima e di sostenibilità, dall’altro viene rinforzato il traffico aereo e quello sull’autostrada del Brennero si espande. Come si concilia tutto questo?

Il traffico e le code di mezza estate mostrano cosa succede quando si rimane paralizzati davanti al pericolo. È urgente elaborare al più presto un piano d’azione chiaro per limitare il traffico sull’asse del Brennero. Introdurre quote di limitazione degli accessi può essere ben giustificato da motivi di sicurezza per la salute. E l’ardua lotta per l’inserimento di un pedaggio per il corridoio di transito non è certo conclusa; deve essere portata avanti in Parlamento europeo con grande determinazione.

Il prezioso habitat delle Alpi e le persone che vi abitano non possono più sopportare un aumento infinito del traffico.

Bozen, 16.8.2021

Landtagsabgeordnete

Brigitte Foppa
Riccardo Dello Sbarba
Hanspeter Staffler

Avatar

Author: Heidi

Nasenflügeltests
Proteggiamo le donne
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

Prima (il) Klima!