DE IT
HomeComunicati stampaCarta del docente: nuova fumata nera

Carta del docente: nuova fumata nera

COMUNICATO STAMPA.

Il personale insegnante è sempre in servizio. Prepara le lezioni a casa, fa le sue ore in classe, corregge i compiti nel pomeriggio, si aggiorna ecc. Con il covid19 la situazione di molti insegnanti si è resa più difficile, anche perché hanno spesso dovuto condividere computer, tablet e spazi con i figli.

Così, con una mozione condivisa da tutta l’opposizione, abbiamo proposto per la seconda volta alla Giunta di introdurre anche in Alto Adige la Carta del docente (attiva nel resto d’Italia dal 2015). Questa carta prevede 500€ all’anno da spendere proprio per computer, materiali didattici, libri, corsi d’aggiornamento. Nulla da fare. Gli assessori all’istruzione e la maggioranza sono stati irremovibili: da noi i corsi di aggiornamento sono gratuiti e gli insegnanti guadagnano di più che nel resto d’Italia. Queste alcune delle “spiegazioni” portate in aula dagli assessori Achammer e Vettorato.

“In tutto ciò dimenticano che il costo della vita in Alto Adige è molto più alto che nel resto d’Italia e ciò non toglie che anche qui tantissimi insegnanti si sono trovati non attrezzati adeguatamente sia per quanto riguarda le apparecchiature che per i materiali necessari per le nuove modalità di insegnamento” ha commentato amareggiata Brigitte Foppa alla fine del dibattito.

Vedremo come si evolverà la situazione speriamo che la giunta riesca a supportare il personale insegnante in questo presente così pieno di sfide e incertezze.

 

BZ, 8/10/2020

Cons. prov.
Brigitte Foppa
Riccardo Dello Sbarba
Hanspeter Staffler

 

 

Avatar

Author: Heidi

Scuola e pubblica am
Alperia, risultati e
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO