E ora siamo responsabili anche per la salute e l’ambiente!

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

La A22 in mano pubblica: successo nelle trattative, maggiore responsabilità per la politica, nessuna illusione sulla A22 come “gallina dalle uova d’oro” per il BBT.

Brennerautobahn_ATLa proroga della concessione per l’autostrada del Brennero è un risultato importante e va riconosciuto l’impegno di chi ha condotto le trattative, primi tra tutti i presidenti delle due Province.
Che l’A22 rimanga in mano e a gestione pubblica per i prossimi 30 anni crea le condizioni per una riorganizzazione dei trasporti e una più efficace tutela dell’ambiente su questa tratta.

L’accordo raggiunto darà buoni frutti solo se, dopo decenni di attesa, si metterà rapidamente mano a una serie di urgenti provvedimenti:

  • La cattiva qualità dell’aria, al limite del catastrofico, soprattutto nei pressi delle città, è ormai conosciuta e dimostrata, l’inserimento del limite dei 100/h nei pressi di Bolzano, Laives, Vipiteno, Bressanone e nella Bassa Atesina non ha più bisogno di una fase di prova, come dimostrano anche i successi raggiunti dall’esperienza del Land Tirolo.
  • L’installazione di stabili stazioni di controllo dei mezzi pesanti, da tempo promesse nei pressi di Vipiteno, è in tremendo ritardo; secondo i controlli a campione risulta che il 15-20% dei camion circola con difetti pesanti e pericolosi per gli altri viaggiatori.
  • È necessario e urgente prendere misure di protezione contro l’inquinamento acustico sotto forma di barriere antirumore e asfalto silenzioso, stabilendo chiare priorità e un calendario certo; vanno valutati anche incapsulamenti dell’autostrada e le circonvallazioni in galleria, vedi Bolzano, sono da considerarsi “opere prioritarie”.
  • Restano prioritari, per ridurre drasticamente i transiti lungo l’asse del Brennero, misure come l’aumento dei pedaggi e la borsa dei transiti alpini. L’assessore Mussner ha aperto una porticina a questo proposito nel corso dell’ultimo dibattito in Consiglio provinciale.
  • La prospettiva di poter finanziare facilmente le tratte d’accesso al BBT con gli introiti di A22 e il suo fondo di riserva è fuorviante. Accanto all’attuale fondo di riserva di 550 Mio €, nei prossimi 30 anni verranno messi a disposizione al massimo 1,5 miliardi.
    D’altra parte (senza tunnel!!) ci saranno spese di ca. 9-11 Mrd. € :
    Fortezza-Ponte Gardena: 1,4 Mrd.,
    Tangenziale di BZ: 800 Mio.,
    Tangenziale di TN: 1,3 Mrd.,
    Snodi di Verona: 300 Mio.
    Tratta Bassa Atesina/Trentino: ca. 4-6 Mrd..

Solo con questo tipo di misure incisive l’autostrada, oltre a essere asse di transito, potrà diventare anche una chance per la popolazione, per la salute e per l’ambiente.

15.01.2016
Hans Heiss, Brigitte Foppa, Riccardo Dello Sbarba

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Ritorno del lupo: le misure di prevenzione ci sono, ma in Alto Adige nessuno le adotta

Ritorno del lupo: le misure di prevenzione ci sono, ma in Alto Adige nessuno le adotta

La conferma ora è ufficiale: sebbene esistano misure efficaci per prevenire gli attacchi del lupo alle greggi e che esse siano finanziate generosamente dalla Provincia, in Alto Adige finora nessuno ne ha adottato neppure una. Sono queste le conseguen[...]
Mozione approvata: "Cercasi uomini che vogliano fare i maestri"

Mozione approvata: "Cercasi uomini che vogliano fare i maestri"

Siamo molto contente/i che la nostra mozione sia stata approvata! La Giunta provinciale ha accettato di avviare una campagna sia per informare uomini e giovani sul mestiere di maestro di scuola dell’infanzia o primaria, sia e per lottare contro gli s[...]
Proteggere le minoranze anziché la SVP nel parlamento italiano

Proteggere le minoranze anziché la SVP nel parlamento italiano

L’opposizione al completo (16 consigliere e consiglieri provinciali) chiedono una nuova e più giusta legge elettorale. Anche il Gruppo Verde ha partecipato oggi alla conferenza stampa comune e ha sostenuto in aula la mozione-voto unitaria. “Vogliamo [...]
Verità per i prodotti a marchio Alto Adige

Verità per i prodotti a marchio Alto Adige

Il marchio Alto Adige – Südtirol dovrebbe essere garanzia di qualità, origine e autenticità. La carne di maiale da cui vengono confezionati i salumi però, proprio come lo speck, può arrivare anche da fuori regione. È dunque impossibile per la [...]
Mozione: Ius soli - il parlamento concluda l’iter legislativo

Mozione: Ius soli - il parlamento concluda l’iter legislativo

Il Parlamento italiano sta discutendo un disegno di legge per istituire lo ius soli temperato e lo ius culturae per l’attribuzione della cittadinanza italiana a bambine e bambini nati e/o cresciuti sul territorio italiano. La situazione attuale A[...]
Paesaggio in pericolo – Interessi delle lobby sotto tutela

Paesaggio in pericolo – Interessi delle lobby sotto tutela

Un primo commento sulla nuova legge urbanistica Politica degli annunci e strategia della zebra: questi i principali punti critici sottolineati dai Verdi alla presentazione della nuova legge urbanistica „territorio e paesaggio“. Il processo che ha [...]
Interrogazione: Maestre tramutate in guardie sanitarie?

Interrogazione: Maestre tramutate in guardie sanitarie?

Dal gruppo di rappresentanza del personale pedagogico delle scuole materne (KAS) riceviamo una lettera piena di dubbi e domande sulla questione vaccini. Noi Verdi condividiamo pienamente le loro perplessità. Le maestre si chiedono, in vista dell’att[...]
Visite private contro le liste d’attesa – non è una buona soluzione

Visite private contro le liste d’attesa – non è una buona soluzione

Da tempo le pazienti e i pazienti sudtirolesi soffrono delle lunghe liste d’attesa nella sanità. Oggi veniamo a sapere dal direttore generale Schael e dalla Giunta che l’emergenza verrà affrontata con l’aumento delle visite private e che al momento s[...]