DE IT
HomeLavoro consiliareInterrogazioniTerreni ex Speedline: come procede la bonifica?

Terreni ex Speedline: come procede la bonifica?

INTERROGAZIONE

In seguito a risposte a nostre precedenti interrogazioni, abbiamo appreso che per quanto riguarda i costi delle bonifiche dei terreni ex Speedline a Bolzano la stima fatta a suo tempo dalla ditta Arcadis di € 3.491.194 si è rivelata inadeguata poiché una successiva stima fatta dalla ditta INGEA di Verona ha quantificato in € 5.555.468 i costi effettivi, con un aumento di costi pari a € 2.064.274.
Per adesso la Provincia ha stanziato la quota prevista di 3,5 milioni €, che evidentemente non bastano per portare a termine la bonifica.

Nella risposta alla nostra interrogazione n. 299/19 del 18.06.2019, l’assessore alla risposta 1 su chi fosse responsabile degli inquinamenti ci ha comunicato che:

“1. I presunti responsabili dell’inquinamento sono le attività pregresse sul sito vale a dire Speedline e Alluminia. Attualmente la NOI sta svolgendo la bonifica del sito in qualità di proprietario incolpevole e ai sensi dell’art. 253. Comma 4 del d.lgs. 152/2006 ha diritto a rivalersi delle spese nei confronti del responsabile. E in tal senso NOI si è attivata contattando sia Speedline che Aluminia. Entrambe in questa prima fase hanno declinato ogni responsabilità.”

Sul tema di come va avanti la bonifica e chi copre i costi superiori, l’assessore alle risposte n. 7 e 8 ci ha comunicato che:
“7. Il lotto 1 della bonifica Ex-Speedline ha iniziato il 22.05.2018 e durerà presumibilmente fino alla fine del 2019.
8. Il lotto 1 attualmente in corso rimane entro il limite dei costi detratti dal prezzo di vendita dell’areale (3,5 Mio. €). Altri fondi attualmente non sono stati stanziati perché gli ulteriori costi vengono richiesti al responsabile.”

La fine del 2019 è passata e dunque si pone il problema di come procedere con le bonifiche e della loro copertura finanziaria.

Tutto questo premesso,
Si chiede quindi alla Giunta provinciale:

  1.  Si è concluso il primo lotto della bonifica dell’area ex Speedline in corso dal 22.05.2018?
  2. Se non si è concluso, quando è prevista la sua conclusione?
  3. Comunque sia, a conclusione del primo lotto dovranno considerarsi esauriti i fondi messi a disposizione dalla Provincia per l’intera bonifica (3,5 Mio. €)?
  4. Di conseguenza, come intende procedere oltre la Giunta provinciale una volta esauriti i fondi già messi a disposizione? Si interrompe la bonifica in attesa che “il responsabile” copra finanziariamente quanto manca? Oppure va avanti la bonifica e la Giunta provinciale mette intanto as disposizione i fondi necessari, riservandosi di rivalersi sul “responsabile”?
  5.  Intanto, come procedono le trattative con “il responsabile”? Speedline e Alluminia continuano a declinare ogni responsabilità o sono arrivate a più miti consigli?
  6. Se Speedline e Alluminia restano sulla posizione di non riconoscere proprie responsabilità, con quali argomenti sostengono questa posizione?
  7. E la Provincia che cosa può fare per obbligare i responsabili a ottemperare al principio “chi inquina paga”?

Bolzano, 20 gennaio 2020

Cons. prov.
Riccardo Dello Sbarba
Brigitte Foppa
Hanspeter Staffler

Terreni ex Speedline
Ampliamenti di hotel
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO