HomeDisegni di leggeSupervisione ambientale

Supervisione ambientale

DISEGNO DI LEGGE Nr. 64/20.

Introduzione

In Alto Adige i progetti che hanno un impatto sull’ambiente devono essere, secondo le dimensioni e la tipologia, sottoposti a valutazione d’impatto ambientale o approvati con procedura cumulativa.

In entrambi i casi, in base a uno studio d’impatto ambientale o all’analisi della documentazione del progetto, l’autorità competente identifica i possibili effetti negativi sull’ambiente e, se il progetto è autorizzabile, definisce misure a tutela della natura, del paesaggio e dell’ambiente. Secondo l’attuale prassi amministrativa l’autorità competente può anche prescrivere al proponente di provvedere a una supervisione ambientale.

Le misure di tutela ed eventualmente la supervisione ambientale sono parte integrante dell’autorizzazione e il proponente deve attenervisi. Dopo il completamento dei lavori, spetta all’autorità competente accertare che le prescrizioni ambientali siano state correttamente osservate.

Quadro normativo

In Alto Adige la valutazione ambientale per piani, programmi e progetti è disciplinata dalla legge provinciale 13 ottobre 2017, n. 17 (legge sulla VIA). La legge sulla VIA recepisce e integra sia
direttive e regolamenti europei sia norme statali e decreti ministeriali.

L’ufficio valutazioni ambientali dell’Agenzia provinciale per l’ambiente svolge tutte le procedure relative alla valutazione ambientale strategica (VAS), alla valutazione d’impatto ambientale (VIA) e alle procedure cumulative. L’ufficio effettua inoltre le verifiche di assoggettabilità a VIA e offre consulenza per cittadine, cittadini, imprese e per tutti gli interessati.

Criticità

In alcuni casi, durante i lavori si è rivelato difficile rispettare le prescrizioni ambientali nella forma prevista. In tali casi, le possibili varianti e alternative dovrebbero essere definite in loco in modo
rapido e professionale, e ciò è possibile solo con una supervisione ambientale dei lavori. Spesso le deviazioni dalle prescrizioni si possono in seguito correggere ovvero compensare solo a costi ben
più alti.

Durante la fase di costruzione, quasi quotidianamente bisogna prendere decisioni riguardo a piccoli habitat ed elementi del paesaggio. Spesso lo studio d’impatto ambientale o il rapporto ambientale non possono tener conto di questi habitat per ragioni di scala. Pertanto, in una certa misura essi vengono ignorati. Non ci si può aspettare né dalla direzione lavori né dall’impresa esecutrice che esse prima riconoscano il valore di questi piccoli habitat e poi, di propria iniziativa, prendano le necessarie misure di tutela.

Spesso manca una supervisione ambientale, soprattutto per i progetti con procedura di approvazione cumulativa, così durante i lavori si verificano danni all’ambiente. Questa lacuna potrebbe essere colmata introducendo la supervisione ambientale obbligatoria per qualsiasi progetto. Proposta di soluzione

Al fine di garantire la qualità nell’attuazione delle misure ambientali, il proponente è obbligato a commissionare una supervisione ambientale per ogni progetto soggetto a VIA o per progetti con
procedura di approvazione cumulativa.

La funzione primaria della supervisione ambientale è monitorare l’attuazione delle misure ambientali e, se necessario, discutere in loco con la direzione lavori proposte di miglioramento o soluzioni alternative.

La supervisione ambientale ha inoltre la funzione di discutere in loco le questioni riguardanti i piccoli habitat o gli elementi paesaggistici e di definire, insieme alla direzione lavori, le misure di protezione, ripristino o sostituzione.

La supervisione ambientale ha in ogni caso la funzione d’impedire che sul cantiere vengano danneggiate o distrutte le specie comprese nella lista rossa nonché gli habitat e le specie animali e
vegetali protetti dalla legge provinciale 12 maggio 2010, n. 6, “Legge di tutela della natura”. E anche in questo ambito, laddove necessario, essa ha la funzione di definire con la direzione lavori, a spese del proponente, adeguate misure di protezione, ripristino o sostituzione.

Bolzano, 14.10.2020

Consigliere provinciale

Hanspeter Staffler

Qui potete scaricare il disegno di legge  completo e il  Parere del Consiglio dei Comuni.

Avatar

Author: Heidi

Frana presso il cant
Lockdown nelle scuol
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO