DE IT
HomeBuon lavoroSeconda ondata covid: abbiamo bisogno di uno sguardo a 360°!

Seconda ondata covid: abbiamo bisogno di uno sguardo a 360°!

COMUNICATO STAMPA.

Qual è la differenza tra il primo lockdown in primavera e quello “più leggero” che ci stiamo preparando ad affrontare? “Ah sì! Questa volta dobbiamo andare a lavorare e contemporaneamente occuparci dei bambini chiusi in casa” – così si potrebbe riassumere in maniera laconica la prospettiva che aspetta i genitori di bambine/i in età prescolare e scolare viste le nuove misure annunciate per far fronte ai contagi.

La consigliera Foppa ha fatto presente la problematica al presidente Kompatscher già in seguito ai primi annunci sulle nuove misure portati in Consiglio provinciale il 10 novembre. Se il servizio di assistenza d’emergenza viene limitato ai genitori che lavorano in ambiti rilevanti per il sistema, la cosa può diventare un problema enorme per gli altri genitori.

Le associazioni dei genitori hanno rizzato subito le orecchie e fatto presenti le grandi difficoltà che verrebbero provocate da queste misure.

Il Presidente Kompatscher ha offerto ai gruppi in Consiglio provinciale di accogliere le loro proposte da inserire nel pacchetto di interventi legati all’emergenza covid.

Il Gruppo Verde ha accolto la proposta e chiede alla Giunta di mettere a disposizione il servizio emergenziale di assistenza a tutti i bambini e le bambine i cui genitori lavorano. A coloro che a causa delle chiusure devono restare a casa e che hanno esaurito le ferie, deve essere garantito un periodo di aspettativa.

Ulteriori proposte del Gruppo Verde riguardano tra le altre cose la riduzione di materiali usa e getta negli acquisti; inserire anche il/la “partner” tra le persone che è consentito incontrare; un atteggiamento flessibile sui “confini provinciali”, soprattutto nelle aree di confine; sostegno psicologico e logistico da mettere a disposizione di persone anziane, sole e con disabilità.

Questa settimana verrà discussa in Consiglio anche la mozione Verde che propone l’istituzione di un servizio di prestito di attrezzature elettroniche per scolare/i costretti alla didattica a distanza. Possiamo superare questa fase difficile e drammatica solo con una comunicazione chiara e con uno sguardo a 360° su tutta la popolazione.

11.11.2020

Cons. prov.
Brigitte Foppa, Riccardo Dello Sbarba, Hanspeter Staffler

Avatar

Author: Heidi

Abbiamo bisogno di u
Svolta ecologica 203
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO