HomeBuon climaProteggere le vie respiratorie, non tutelare le auto.

Proteggere le vie respiratorie, non tutelare le auto.

COMUNICATO STAMPA.

Ci sono voluti tantissimi anni affinché il pericolo proveniente dagli ossidi d’azoto venisse riconosciuto e ripreso a livello mediatico. Queste emissioni di NOx, prodotte principalmente dal traffico su strada, sono molto pesanti per la salute e mettono a rischio soprattutto le vie respiratorie. Negli ultimi anni, l’osservato speciale numero uno è stato l’asse del Brennero, poiché proprio lungo l’autostrada venivano regolarmente constatati i superamenti dei valori limite. Il pericolo per la popolazione residente lungo l’asse del Brennero è stato un aspetto importante, ma decisive sono state le minacce di sanzioni da parte della UE, affinché la Giunta si decidesse ad attivarsi nel 2018 con l’approvazione di un “Programma per la riduzione dell’inquinamento da NO2 2018-2023”. Con questo programma si puntava a raggiungere entro il 2023 il rispetto del valore minimo definito a 40 microgrammi per metro cubo nella media annuale.

E ora accade proprio quello che noi Verdi temevamo, cioè che la crisi del Corona virus porti la politica a rimettere in coda gli obiettivi ambientali e climatici e a dare la precedenza unicamente all’economia. Lo abbiamo visto con la seduta della Giunta di ieri. Poiché la delibera non è ancora stata pubblicata, possiamo prendere posizione solo sul comunicato stampa della Giunta.

Qui leggiamo che il programma elaborato nel 2018 verrà rielaborato e che le restrizioni, ivi previste e che riguardavano le parti del traffico più inquinanti, verranno procrastinate. “Nei due mesi di lockdown i valori degli ossidi d’azoto sono calati fortemente, a momenti sono arrivati quasi a zero. L’aria, la natura e la salute degli abitanti nelle aree più colpite hanno potuto, per così dire, riprendere fiato. Per i valori medi annuali non ci dobbiamo quindi preoccupare, per il momento. Un’argomentazione comoda, ma per nulla sostenibile” commenta la Consigliera provinciale Brigitte Foppa.

L’assessore all’ “ambiente“ Vettorato ha affermato che dopo il Corona virus “bisogna aiutare le persone”. Per onestà, però, dovrebbe anche aggiungere che questo include proteggere le automobili non la salute della gente.

BZ, 27.05.2020

Cons. prov.
Brigitte Foppa
Riccardo Dello Sbarba
Hanspeter Staffler

Contro le politiche
Un turismo intellige
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO