HomeBuon climaL’agricoltura è Verde. I Verdi dell’Alto Adige soddisfatti per la designazione di Cem Özdemir a ministro dell’agricoltura

L’agricoltura è Verde. I Verdi dell’Alto Adige soddisfatti per la designazione di Cem Özdemir a ministro dell’agricoltura

COMUNICATO STAMPA.

I Verdi dell’Alto Adige soddisfatti per la designazione di Cem Özdemir a ministro dell’agricoltura e per il futuro orientamento ecologico dell’agricoltura in Germania

Era ora, verrebbe da dire. Dopo Renate Künast, in Germania ci sarà probabilmente di nuovo un ministro dell’agricoltura Verde. I Verdi dell’Alto Adige lo vedono come un segnale molto positivo. L’agricoltura è un ambito chiave per la protezione del clima e dell’ambiente. “Anche in Alto Adige, con il 17% di emissioni, l’agricoltura è uno dei principali responsabili del riscaldamento globale” affermano i Consiglieri provinciali Foppa, Dello Sbarba e Staffler e fanno anche notare come l’attuale bozza del piano sul clima queste emissioni non le prenda nemmeno in considerazione.

Con un ministero dell’agricoltura Verde, la Germania sta dando un segnale importante. Diversificazione, riduzione dei pesticidi, benessere degli animali, promozione dei circuiti produttivi ed economici locali, tutela della biodiversità – l’agenda di una politica agricola ecologica è ampia.

Direttamente collegate, nell’accordo di coalizione troviamo delle misure molto interessanti. Ne citiamo solo alcune:

  • Sostegno agli agricoltori che si avviano verso la neutralità climatica tenendo conto di un maggior benessere degli animali.
  • Incentivi specifici per più cooperazione tra tutela della natura e agricoltura.
  • Metodi di macellazione decentralizzati e mobili con l’elaborazione di una strategia per la salute degli animali.
  • Miglioramento della legge sul benessere degli animali.
  • Piano per sostituire adeguatamente i pagamenti diretti, premiando chi si impegna per il clima e per l’ambiente.
  • Orientamento di tutta l’agricoltura nella sua diversità verso gli obiettivi di tutela ambientale e conservazione delle risorse (agricoltura ecologica).
  • 30% di agricoltura ecologica entro il 2030.
  • Rafforzamento delle alternative ai prodotti fitosanitari chimico-sintetici e miglioramento dei processi associati
  • Glifosato via dal mercato entro la fine del 2023
  • Sostegno alla coltivazione di piante resistenti al clima.
  • Aggiornamento della legge sulla protezione del suolo e del programma federale “Agricoltura futuribile”.

 

Il fatto che il Ministero dell’agricoltura sia collegato al tema della nutrizione mostra la stretta connessione tra chi produce e chi consuma. L’accordo di coalizione stabilisce obiettivi interessanti anche a questo proposito, come ad esempio:

  • Strategia di nutrizione e attività fisica, soprattutto per quanto riguarda bambini e bambine;
  • etichettatura di origine;
  • Iniziative contro lo spreco di cibo e di sensibilizzazione contro l’eccesso di zucchero e di grassi. Ulteriore sviluppo della strategia per colture proteiche.

In futuro, questo collegamento potrebbe essere interessante anche per l’Alto Adige. Sia dal punto di vista tematico che politico.

Dall’Alto Adige auguriamo al futuro ministro dell’agricoltura e collega Verde Cem Özdemir tutto il meglio per il suo lavoro!

 

Bolzano, 26.11.2021

Brigitte Foppa, Riccardo Dello Sbarba, Hanspeter Staffler

 

Foto: Cem Özdemir in visita a Bolzano nel 2017 (con Brigitte Foppa, Riccardo Dello Sbarba, Hans Heiss, Tobias Planer)

Avatar

Author: Heidi

Monitoraggio sui pes
Cava di S. Floriano:
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO