HomeComunicati stampaL’1% per l’arte nell’edilizia pubblica è già troppo.

L’1% per l’arte nell’edilizia pubblica è già troppo.

COMUNICATO STAMPA.

Nella sessione odierna la terza commissione legislativa ha respinto il disegno di legge n. 62/20 presentato dal Gruppo Verde per più opere d’arte negli edifici pubblici. La bozza di legge stabilisce che in futuro sarà obbligatorio investire l’1% dei costi per la realizzazione di edifici pubblici in opere d’arte. Finora, la spesa per opere d’arte nell’edilizia è stata solo una disposizione facoltativa. L’effetto di questo regolamento si può vedere negli edifici realizzati negli ultimi 10 anni: 15 edifici su 64 sono stati eseguiti senza opere arte. Dei 417 milioni di denaro pubblico che questi edifici sono costati, solo 785.000 sono stati spesi per l’arte, un misero 0,19%.

“Il rifiuto di oggi da parte della maggioranza (Renzler, Locher, Tauber, Vettori) dimostra quale valore abbia l’arte per la Giunta. L’1% è già troppo. Un segnale triste, soprattutto di questi tempi”, riassume Brigitte Foppa. Alle lacrime di coccodrillo versate dalla Giunta sulla cattiva situazione degli artisti non crediamo più.

                                                                                                                                                                                                  Bolzano, 20/10/2021

Il disegno di legge Arte negli edifici pubblici e i nostri emendamenti.

Cons. prov.
Brigitte Foppa
Riccardo Dello Sbarba
Hanspeter Staffler

Avatar

Author: Heidi

Alle Alpi piace il s
Alle Alpi piace il s
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO