HomeBuon climaIl clima prima di tutto!

Il clima prima di tutto!

COMUNICATO STAMPA.

Le conseguenze del riscaldamento artificiale del clima sono gravissime e sono sotto gli occhi di tutti: dall’innalzamento del livello del mare a eventi atmosferici estremi, dallo scioglimento dei ghiacciai a quello del permafrost, che ha provocato anche sulle Dolomiti crolli di interi fianchi di montagna. Le Alpi sono infatti un ecosistema particolarmente esposto al riscaldamento climatico e gli effetti sono tre volte superiori rispetto a quelli medi globali.

Nel dicembre 2015 a Parigi è stato firmato un nuovo accordo internazionale tra quasi 200 Paesi per la tutela del clima. Questo prevede che i Paesi firmatari facciano tutti gli sforzi possibili per mantenere l’aumento di temperatura entro il 2100 a +1.5°C rispetto ai livelli pre-industriali.
L’accordo fissa anche una “responsabilità differenziata”, attribuendo maggiori compiti ai paesi industrializzati storicamente responsabili della maggiore quantità di emissioni. Tra questi paesi c’è ovviamente l’Europa, provincia di Bolzano compresa.

La Giunta ha iniziato la legislatura con un workshop strategico sulla tutela del clima. Quest’estate ha lanciato un documento strategico per la sostenibilità. “Noi continuiamo a prenderli in parola e portiamo in Consiglio provinciale due proposte che la Provincia può facilmente attuare” afferma la capogruppo Brigitte Foppa.

“Ognuno di noi nel suo piccolo può e deve fare la sua parte per ridurre le emissioni di gas serra e la Provincia deve dare l’esempio, non solo a parole”, spiega Hanspeter Staffler. Nella mozione di cui è primo firmatario chiediamo di

presentare annualmente al Consiglio provinciale un rapporto di monitoraggio del Piano ClimaEnergia Alto Adige 2050, che descriva l’attuazione delle misure nel campo della salvaguardia del clima, i rispettivi obiettivi e risultati dei singoli settori e la riduzione annuale complessiva delle emissioni di gas serra.

“Nel 2019 è stato messo online il calcolatore del bilancio di CO2, sviluppato dall’agenzia CasaClima e da allora è a disposizione dei sudtirolesi. A questo punto anche l’amministrazione della Provincia autonoma quale soggetto pubblico può e deve fare tutto il necessario per calcolare e ridurre le proprie emissioni” ribadisce Riccardo Dello Sbarba. Nella mozione da lui presentata chiediamo di

fare il bilancio dell’impatto ambientale ed energetico della Provincia, in tutte le sue attività amministrative ed operative; presentare un piano di risparmio energetico e ambientale da parte dell’amministrazione provinciale; presentare un piano di compensazione delle emissioni residue, indicando iniziative e progetti in applicazione dei principi di neutralità climatica.

Bolzano, 13 settembre 2021

Cons. prov.
Riccardo Dello Sbarba
Hanspeter Staffler
Brigitte Foppa

Avatar

Author: Heidi

Anche con il miglior
Collegamento Sillian
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO