HomeBuon clima15.000 appartamenti sfitti in Alto Adige!

15.000 appartamenti sfitti in Alto Adige!

Bisogna affrontare il problema del caro affitto per i giovani mettendo sul mercato gli appartamenti vuoti. Clima: L’abbassamento degli standard energetici non fa che aumentare le spese.

Gli young greens southtyrol rispondono alle proposte della Junge Generation dell’SVP sul tema dell’abitare, che hanno trattato nella loro clausura (vedi Dolomiten del 30.06.2019). I giovani verdi si chiedono come si possa parlare del tema abitativo senza affrontare il problema della speculazione immobiliare e delle numerose case vuote in provincia e annunciano una campagna di sensibilizzazione per l’autunno.

Circa 15.000 unità abitative sono vuote in Alto Adige. È scritto nero su bianco nel rapporto di ricerca dell’IPL “Abitare 2030” (p.67), che si riferisce ad un’indagine condotta dall’ASTAT nel 2011. Molti di questi appartamenti vuoti non vengono affittati a fini speculativi. Questo fatto insieme all’uso turistico degli spazi abitativi è causa di una scarsa offerta per residenti e studenti e di prezzi elevati.
Il problema sono gli appartamenti sfitti, non gli standard energetici di casa clima!

Le proposte dei giovani verdi sono:

  • Tassare gli appartamenti sfitti, che potrebbero essere affittati, al 10 % del valore di mercato dell’appartamento.
  • Istituire un fondo di garanzia provinciale. I proprietari ricevono una garanzia del 100% per l’entrata dell’affitto ed in cambio, riducono il prezzo di affitto del 20%. L’idea del fondo di garanzia provinciale faceva parte della nuova legge sull’edilizia abitativa della scorsa legislatura, ma purtroppo l’SVP ha preferito non affrontare questo disegno di legge ed occuparsi piuttosto di incentivare l’arrivo dei turisti con una nuova legge sull’urbanistica.
  • Mettere a disposizione gli edifici per progetti di co-housing se sono vuoti da più di 10 anni.

Dare la colpa agli standard ambientali per i prezzi troppo elevati è l’approccio sbagliato che fa ricadere nei vecchi schemi di pensiero. Il conto poi lo paga proprio la “junge Generation” – vale a dire tutti noi giovani, che più tardi dovremo affrontare maggiori spese ed i costi della crisi climatica.
“Gli edifici coprono il 40% del nostro fabbisogno di energia primaria. Le simulazioni del “Modello Energetico Alto Adige 2050” dell’Eurac dimostrano che l’Alto Adige può raggiungere gli obiettivi del piano climatico solo attraverso massicci investimenti nell’efficienza energetica degli edifici. (vedi diapositiva 43) Ecco perché non possiamo permetterci di cedere agli standard per le nuove costruzioni e dobbiamo investire massicciamente nel risanamento degli edifici esistenti”. Così Pascal Vullo, attivista degli young greens southtyrol.

Olivia Kieser, attivista degli young greens southtyrol, ha lanciato per il prossimo autunno una campagna di sensibilizzazione per attirare l’attenzione sulla questione delle case vuote. “Lasceremo un segno per voi in città.”

Gli young greens southtyrol propongono ulteriori misure concrete che mettano al centro la riduzione degli affitti con particolare focus verso i giovani:

  • Limitazione massima dei costi degli affitti.
  • Il modello 35 per 35 sul modello di Innsbruck e Zurigo. Appartamenti in affitto a basso prezzo anche per la classe media. Di questi il 35% riservato alle persone sotto i 35 anni.
  • Contratti di locazione flessibili per le persone al di sotto dei 35 anni: maggiore flessibilità nella durata del contratto e riduzione dei termini di preavviso per inquilini giovani (max. 3 mesi).
  • Aiuti ed incentivi per gli appartamenti condivisi: riduzione dei costi aggiuntivi, dalla tassa di registrazione ai costi di rifiuti, gas, elettricità ed acqua attraverso la creazione di una categoria apposita per questa forma dell’abitare.
  • Un adattamento degli incentivi provinciali in modo che vengano finanziati anche i cosiddetti “Miethaussyndikate” ovvero delle cooperative affittuarie, che acquistano insieme nuove proprietà per gestire lo spazio abitativo come un bene comune per permettere quindi di avere case ed appartamenti a prezzi accessibili.

Pascal Vullo per il gruppo Young Greens Southtyrol

Studio IPL: Abitare 2030

Energiemodell – Südtirol 2050

 

TAGS:
Emergenza climatica:
Young Greens:Per una
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

* Die Checkbox für die Zustimmung zur Speicherung ist nach DSGVO zwingend.

Ich stimme zu.