SEL: il licenziamento di Frisanco conferma la crisi

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

SEL

Martedì la Giunta provinciale dovrà spiegare al Consiglio le ragioni di quest’ennesimo fallimento. I Verdi chiederanno che Thomas Frisanco sia ascoltato dalla commissione di inchiesta sullo scandalo SEL

Che una società licenzi dopo soli 4 mesi il suo direttore generale, scelto tra 40 concorrenti e festeggiato come il manager della svolta, è un fatto decisamente insolito. Ma ormai nell’infinito scandalo SEL siamo abituati a tutto.

Il licenziamento di Thomas Frisanco dimostra una volta di più che la società energetica provinciale non ha ancora trovato un nuovo equilibrio neppure sotto l’aspetto del management interno e che, nonostante gli sforzi del presidente Sparber e del vice Polonioli, la SEL resta un interlocutore poco affidabile nella delicatissima fase di confronto con le altre società pubbliche comunali del territorio, danneggiate dalla vicenda delle concessioni manipolate.

La responsabilità prima è però della politica, in particolare della Provincia che della SEL è proprietaria al 93%. Il „nuovo corso“ annunciato e indispensabile non si è mai realizzato. Alla illegalità delle attuali concessioni non è stata mai trovata una soluzione. La Giunta provinciale, e specialmente il Presidenmte Durnwalder, continuano ostinatamente nella politica di centralismo e nella sfida ai comuni, mandando la SEL sulla prima linea di questa guerra infinita che ha ormai come unico scopo quello di rimandare il più possibile il momento della capitolazione.

Martedì 7 maggio l’assessore Mussner, con quattro mesi di ritardo sugli impegni presi, presenterà in Consiglio Provinciale una comunicazione sulla politica energetica. La prima cosa che dovrà chiarire sono le ragioni del licenziamento del nuovo direttore generale, che se ne va dicendo che la SEL „è troppo legata alla politica“. Una spiegazione la dovrà dare soprattutto il presidente Durnwalder, che vedrà oggi Frisanco, a conferma che la politica energetica è, come è sempre stata, sua responsabilità.

I Verdi chiedono massima trasparenza e chiarezza anche su questa vicenda e proporranno che Frisanco sia ascoltato anche nella commissione di inchiesta sullo scandalo SEL istituita in Consiglio provinciale.

Bolzano, 3 maggio 2013

Riccardo Dello Sbarba
Hans Heiss

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Castel Firmiano: contraddizioni di una manifestazione - e cosa ci dicono per l'oggi

Castel Firmiano: contraddizioni di una manifestazione - e cosa ci dicono per l'oggi

60 anni da Castel Firmiano: contraddizioni di una manifestazione - e cosa ci dicono per l’oggi Il 17/11/1957 a Castel Firmiano resta una data di riferimento per l’Alto Adige. Circa 35.000 persone, donne e uomini, espressero con la loro presenza e [...]
Vecchia Ferrovia delle Val di Fiemme: riconosciamo e rendiamo visibile la verità storica

Vecchia Ferrovia delle Val di Fiemme: riconosciamo e rendiamo visibile la verità storica

Mozione: Consiglio Regionale La ferrovia della Val di Fiemme (in tedesco Fleimstalbahn) era una ferrovia a scartamento ridotto, costruita dal Genio militare austriaco all’inizio del ‘900 che congiungeva la ferrovia del Brennero da Ora a Predazzo[...]
L’università trilingue merita il patentino

L’università trilingue merita il patentino

  In occasione del 40° compleanno dell’esame di bilinguismo, il Gruppo Verde in Consiglio provinciale ha presentato questa mozione. Ci sembra paradossale che chi frequenta una scuola superiore in italiano e una università in Germania, o v[...]
I Verdi parlano di etichette, i Freiheitlichen capiscono “no alla carne”.

I Verdi parlano di etichette, i Freiheitlichen capiscono “no alla carne”.

In fondo si tratta di una cosa molto semplice: pubblicare nei menù delle mense pubbliche (di scuole, case di riposo, ospedali, asili) la provenienza della carne offerta nei piatti. Perché è importante? Solo una piccolissima parte della carne che arri[...]
Aeroporto: la pista non deve essere allungata

Aeroporto: la pista non deve essere allungata

Aeroporto: Kompatscher promette che “la pista non sarà allungata”. Bene! E allora perché non fissare questo impegno nel piano urbanistico di Laives? La maggioranza SVP-PD ha oggi votato contro la mozione dei Verdi che chiedeva di eliminare dal p[...]
Morte del piccolo Adan: ancora nessuna chiarezza

Morte del piccolo Adan: ancora nessuna chiarezza

Sulla morte del piccolo Adan l’assessora si nasconde dietro un muro di burocratico silenzio. Con una interrogazione del Gruppo verde la TRAGICA vicenda del profugo curdo irakeno è arrivata per la prima volta in Consiglio provinciale. Dall’assessora [...]
Oggi il Parlamento europeo vota
Consultazioni in Veneto e Lombardia: forte segnale democratico, risultato ambiguo

Consultazioni in Veneto e Lombardia: forte segnale democratico, risultato ambiguo

La consultazione popolare sull’autonomia in Veneto e Lombardia si è conclusa con una notevole partecipazione popolare, rispettivamente del 60% e del 39%. Un risultato, impressionante per il Veneto e considerevole per la Lombardia, che dà adito a inte[...]