Pensioni d’oro, non esistono diritti acquisiti

1 Flares Filament.io 1 Flares ×

HH_BF_RDSL’attuazione della riforma delle pensioni dei consiglieri e consigliere regionali, sia ex che in carica, che ha comportato per molti e molte di loro l’erogazione di „anticipi“ milionari suscita, in un momento di insicurezza economica e sociale come questo, rabbia e indignazione. Giustamente.

Come gruppo Verde abbiamo sempre combattuto, senza toni populisti, per l’abolizione dei privilegi e abbiamo visto come un passo avanti la legge del 2012 ha abolito il vecchio mostruoso sistema dei vitalizi d’oro.

Tuttavia, abbiamo fatto l’errore di non pretendere fin da subito il calcolo preciso e puntuale dei pagamenti anticipati che una legge così impostata avrebbe alla fine comportato. Lo avremmo dovuto pretendere in nome della funzione di controllo che ci spetta e che, su questo punto, non abbiamo a sufficienza esercitato. Questo nostro errore ci addolora profondamente.

L’attuale ondata di indignazione deve servire per fare assoluta chiarezza e garantire totale trasparenza.

Bisogna agire subito. Abbiamo abolito il „mostro“ dei vitalizi, ma è rimasto il „mostriciattolo“ dei cosiddetti „diritti acquisiti“, un principio che non vale per il normale cittadino e cittadina e che invece per politici e politiche ha comportato il pagamento degli anticipi milionari. Bisogna rimettere in discussione questi „diritti acquisiti“: il Consiglio regionale deve trovare alla svelta una soluzione di legge per far tornare il denaro alla collettività.

Un principio potrebbe essere quello di fissare per legge che a ogni consigliere e consigliera delle legislature passate sia riconosciuta una pensione dignitosa ma non esagerata e al di là di questo venga dichiarato decaduto ogni altro diritto (acquisito o meno). Il denaro recuperato dovrebbero essere versato nei fondi previsti (e attualmente a rischio) per la politica sociale, come l’assegno di cura o l’assegno familiare.

Adesso saranno necessarie accurate verifiche giuridiche. Ci pare urgente una drastica marcia indietro, che rimedi all’ingiustizia creata e restituisca dignità e credibilità alla politica.

Riccardo Dello Sbarba e Hans Heiss

Brigitte Foppa

BZ, 27.02.2014

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Le scuole materne „tedesche“ e le contraddizioni della politica scolastica in Alto Adige

Le scuole materne „tedesche“ e le contraddizioni della politica scolastica in Alto Adige

Il dibattito sulle iscrizioni di bambini e bambine „non-tedeschi/e“ nelle scuole materne tedesche apre svariate questioni tipiche della politica scolastica sudtirolese degli ultimi decenni. Ora più che mai è evidente quanto la politica della separazi[...]
Disposizioni sull’assestamento di bilancio in Consiglio provinciale

Disposizioni sull’assestamento di bilancio in Consiglio provinciale

Breve guida verde nella giungla di norme Nel corso della odierna conferenza stampa del Gruppo Verde, Hans Heiss, Riccardo Dello Sbarba e Brigitte Foppa hanno commentato la legge sull'assestamento di bilancio che verrà discussa nella sessione di Cons[...]
È tempo di cambiare!

È tempo di cambiare!

Il sistema scolastico separato è agli sgoccioli Da molti anni noi Verdi ci impegniamo con decisione per un rinnovamento radicale del sistema scolastico sudtirolese, i cui obiettivi principali, in una provincia con più gruppi linguistici, dovrebbero [...]
Dove sono finite trasparenza e partecipazione?

Dove sono finite trasparenza e partecipazione?

Giunta provinciale: troppe decisioni fondamentali prese a colpi di “delibere fuori sacco”. La giunta Kompatscher si era presentata annunciando un nuovo stile, caratterizzato da trasparenza e partecipazione. Nel corso del tempo queste promesse sono[...]
Convegno internazionale a Merano

Convegno internazionale a Merano

#greeningtourism – limiti e opportunità dello sviluppo turistico in Europa e sull’Arco alpino All Inclusive? Con questa domanda i Verdi del Sudtirolo hanno accolto una platea internazionale per analizzare il conflitto, ma anche le possibili simbio[...]
Ennesima omnibus

Ennesima omnibus

Meno diritti per le persone immigrate e meno garanzie sugli OGM per consumatori e consumatrici. La legge omnibus (LGE Nr. 125/17) è l’ennesimo esempio di come non si fa legislazione. Un anno fa, in occasione della omnibus precedente, il Gruppo Ver[...]
La legge sulla dirigenza arriva in Consiglio provinciale

La legge sulla dirigenza arriva in Consiglio provinciale

Una piramide d’oro con la base d’argilla Dopo il dibattito in Commissione legislativa, giovedì 29 giugno la legge sulla struttura dirigenziale dell’amministrazione provinciale approda in Consiglio provinciale. Le nostre valutazioni iniziali resta[...]
Natura e turismo, conflitto e simbiosi: conferenza internazionale a Merano con patrocinio verde.

Natura e turismo, conflitto e simbiosi: conferenza internazionale a Merano con patrocinio verde.

All Inclusive? Nature and tourism between conflict and symbiosis – Questo è il titolo della conferenza internazionale organizzata dai Verdi sudtirolesi in collaborazione con i Verdi europei il prossimo fine settimana a Merano. Venerdì 23 giugno si[...]