Giornata della Terra: è urgente una politica più rispettosa della natura e del suolo

1 Flares Filament.io 1 Flares ×

earthday2012--400x300

Oggi si celebra in tutto il mondo la “Giornata della Terra” proclamata dalle Nazioni Unite. In questa giornata ciascuno deve assumere la responsabilità per il territorio in cui vive. Parliamo dunque di Sudtirolo.

Nonostante la nostra fama di “provincia verde” la situazione è preoccupante:

  1. ENERGIA – Il nostro consumo di energia negli ultimi 20 anni è aumentato costantemente e di molto, nonostante il fiore all’occhiello “Casa Clima”. Era di 2.000 GWh/anno nel 1997, ha raggiunto nel 2009 i 3.000 GWh/anno. Per comprendere le dimensioni di questo aumento del consumo, basti pensare che per coprirlo occorrerebbe costruire una grande centrale idroelettrica come quella di Cardano ogni 8 anni. A oggi la tendenza non si è invertita, nonostante che a parole anche la nostra Provincia ha preso con l’Unione Europea l’impegno di diminuire il nostro consumo di energia del 20% entro il 2020.
  2. CONSUMO DI SUOLO – l’agricoltura altoatesina perde i suoi terreni con una velocità impressionante. L’allarme fu lanciato tempo fa dal Bauernbund: dal 1968 al 2007 (ultimo dato disponibile) il suolo cementificato è quadruplicato, con una perdita media di suolo agricolo di oltre 200 ettari l’anno.
  3. EMISSIONI DI ANIDRIDE CARBONICA. In provincia di Bolzano sono aumentate dal 1990 a oggi del 13%, esattamente quanto la media europea. L’obbiettivo assegnato alla nostra provincia era invece una riduzione del 6% entro il 2012.
  4. CONSUMO DI RISORSE NATURALI – In Sudtirolo ogni abitante consuma all’anno l’equivalente di 4 ettari di superficie biologicamente produttiva, mentre per garantire il futuro del pianeta non si dovrebbe consumare più di 1,8 ettari. Lo stile di vita altoatesino è insostenibile, poiché per durare dovrebbe avere a disposizione più di due pianeti Terra.

In occasione della giornata della Terra, il gruppo Verde in Consiglio provinciale ricorda che anche la nostra provincia ha bisogno di una svolta decisa in direzione della sostenibilità, di uno stile di vita e di un’economia compatibili con l’armonia di Madre Terra.

In particolare, questi sono i compiti urgenti di qualsiasi politica locale sostenibile:

  • Una nuova legge urbanistica fondata su un drastico stop al consumo di territorio e sulla tutela coerente del paesaggio.
  • Un piano straordinario di risparmio energetico che inverta la tendenza alla continua crescita dei consumi.
  • Un forte sostegno all’agricoltura biologica con un progressivo recupero di biodiversità, perduta negli ultimi anni a vantaggio dalle tre monoculture di latte, mele e uva.
  • La riduzione, la raccolta differenziata e il riuso di quel che erroneamente viene chiamato “rifiuto” e che invece è preziosa risorsa che è irresponsabile incenerire.

Sono questi gli impegni che i Verdi vogliono ribadire oggi, giornata della Terra.

Riccardo Dello Sbarba
Hans Heiss

 Bolzano, 22 aprile 2013

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Doppia cittadinanza o doppia strategia?

Doppia cittadinanza o doppia strategia?

L'atteggiamento ballerino della SVP sulla doppia cittadinanza è un flirt rischioso con i secessionisti. La lettera firmata da 19 consiglieri al governo austriaco sulla doppia cittadinanza ha fatto scalpore... non tanto per i contenuti, quanto piut[...]
Il fango resta attaccato alla mano che lo lancia. I Verdi del Sudtirolo e i Verdi di Bolzano condannano l’azione leghista contro la collega Maria Laura Lorenzini

Il fango resta attaccato alla mano che lo lancia. I Verdi del Sudtirolo e i Verdi di Bolzano condannano l’azione leghista contro la collega Maria Laura Lorenzini

Oggi i consiglieri comunali della Lega a Bolzano hanno distribuito ai passanti delle finte banconote da 1000 Euro con l’immagine dell’assessora Maria Laura Lorenzini. Questa azione  vuole portare l’attenzione (e l’odio!) della gente sull’iniziativa[...]
Castel Firmiano: contraddizioni di una manifestazione - e cosa ci dicono per l'oggi

Castel Firmiano: contraddizioni di una manifestazione - e cosa ci dicono per l'oggi

60 anni da Castel Firmiano: contraddizioni di una manifestazione - e cosa ci dicono per l’oggi Il 17/11/1957 a Castel Firmiano resta una data di riferimento per l’Alto Adige. Circa 35.000 persone, donne e uomini, espressero con la loro presenza e [...]
Vecchia Ferrovia delle Val di Fiemme: riconosciamo e rendiamo visibile la verità storica

Vecchia Ferrovia delle Val di Fiemme: riconosciamo e rendiamo visibile la verità storica

Mozione: Consiglio Regionale La ferrovia della Val di Fiemme (in tedesco Fleimstalbahn) era una ferrovia a scartamento ridotto, costruita dal Genio militare austriaco all’inizio del ‘900 che congiungeva la ferrovia del Brennero da Ora a Predazzo[...]
L’università trilingue merita il patentino

L’università trilingue merita il patentino

  In occasione del 40° compleanno dell’esame di bilinguismo, il Gruppo Verde in Consiglio provinciale ha presentato questa mozione. Ci sembra paradossale che chi frequenta una scuola superiore in italiano e una università in Germania, o v[...]
I Verdi parlano di etichette, i Freiheitlichen capiscono “no alla carne”.

I Verdi parlano di etichette, i Freiheitlichen capiscono “no alla carne”.

In fondo si tratta di una cosa molto semplice: pubblicare nei menù delle mense pubbliche (di scuole, case di riposo, ospedali, asili) la provenienza della carne offerta nei piatti. Perché è importante? Solo una piccolissima parte della carne che arri[...]
Aeroporto: la pista non deve essere allungata

Aeroporto: la pista non deve essere allungata

Aeroporto: Kompatscher promette che “la pista non sarà allungata”. Bene! E allora perché non fissare questo impegno nel piano urbanistico di Laives? La maggioranza SVP-PD ha oggi votato contro la mozione dei Verdi che chiedeva di eliminare dal p[...]
Morte del piccolo Adan: ancora nessuna chiarezza

Morte del piccolo Adan: ancora nessuna chiarezza

Sulla morte del piccolo Adan l’assessora si nasconde dietro un muro di burocratico silenzio. Con una interrogazione del Gruppo verde la TRAGICA vicenda del profugo curdo irakeno è arrivata per la prima volta in Consiglio provinciale. Dall’assessora [...]