DE IT
HomeDemocraziaWiedereinführung der Bürgerklage im Gesetz „Raum und Landschaft“

Wiedereinführung der Bürgerklage im Gesetz „Raum und Landschaft“

Disegno di legge provinciale n. 33/19-XVI.

La legge provinciale 10 luglio 2018, n. 9, “Territorio e paesaggio”, ha una grave carenza riguardo ai diritti dei semplici cittadini e cittadine. Un elemento molto importante, che si trovava nella “vecchia” legge urbanistica all’articolo 105, manca ora completamente: quello del ricorso popolare.

Infatti la “vecchia” legge urbanistica (n. 13/1997) prevede che ogni cittadino e cittadina possa presentare ricorso alla Giunta provinciale contro proposte, esecuzione di lavori ecc. in contrasto con le
disposizioni di legge. Quel passaggio era estremamente importante. Permetteva infatti a chi vedesse limitati i propri diritti – p. es. da lavori svolti dai vicini – di ottenere rimedio in un modo relativamente semplice. Era dunque uno strumento importante e soprattutto giusto.

In futuro cittadini e cittadine che vogliano ricorrere contro una concessione edilizia potranno, in pratica, solo più rivolgersi al tribunale. La nuova legge su “Territorio e paesaggio” prevede soltanto che le persone interessate dalle attività edilizie illegittime di terzi possano rivolgersi al sindaco/alla sindaca, che può annullare il relativo atto amministrativo in via di autotutela.

Come risulta però dalla relazione annuale 2018 della difensora civica, negli ultimi anni è diventato sempre più chiaro che una volta emessa la concessione edilizia, sindaci e sindache non procedono a ulteriori verifiche. Agli interessati si suggerisce invece la via giudiziaria.

Per questo motivo, è un passo indietro il fatto che questo elemento non abbia letteralmente più trovato posto nella nuova legge urbanistica provinciale. Col presente disegno di legge ci si propone
di cambiare tale situazione, introducendo l’articolo 105 della (ancora) vigente legge urbanistica provinciale nella nuova legge “Territorio e paesaggio”, rendendo così quest’ultima più vicina ai cittadini.

Il testo di legge ha un solo articolo, che introduce nella legge urbanistica provinciale (n. 9/2018) un nuovo articolo 102-bis, composto di un unico comma.  L’articolo 102-bis stabilisce che ogni cittadino e cittadina può presentare ricorso alla Giunta provinciale, fin dall’inizio dei lavori, contro qualsiasi attività incompatibile con la legge urbanistica provinciale.

Il presentatore è certo che aggiungere questo articolo alla legge “Territorio e paesaggio” renderà la legge stessa un po’ più giusta.

BZ, 09.10.2019

Consigliere provinciale
Riccardo Dello Sbarba

Qui potete scaricare il disegno di legge completo e il parere del Consiglio dei Comuni.

Questo DdL è stato respinti in commissione e verrà ritrattato in aula.

Avatar

Author: Heidi

Neanche il minimo si
Pronto soccorso psic
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO