HomeBuon lavoroUna commissione indipendente per il controllo preventivo dei diritti umani nelle case di riposo: ora è legge

Una commissione indipendente per il controllo preventivo dei diritti umani nelle case di riposo: ora è legge

COMUNICATO STAMPA.

Il Consiglio provinciale ha approvato oggi l’emendamento presentato da Brigitte Foppa in collaborazione con l’assessora Deeg che inserisce nella legge sull’invecchiamento attivo il controllo preventivo del rispetto dei diritti umani nelle case di riposo da parte di una commissione indipendente.

Il Consiglio provinciale ha trattato questa settimana il disegno di legge “Promozione e sostegno dell’invecchiamento attivo in Alto Adige”. Nel corso di un dibattito molto sentito, è stato approvato l’inserimento nella legge della possibilità di effettuare da parte di una commissione indipendente dei controlli nelle strutture di cura, in cui le persone anziane non vivono, talvolta, in piena autonomia e autodeterminazione.

“Esperienze in altri paesi europei dimostrano come la possibilità di effettuare dei controlli preventivi in case di riposo o altre strutture di cura porta a un miglioramento effettivo delle condizioni strutturali di questi istituti” spiega Brigitte Foppa, promotrice dell’emendamento. “Non si tratta di demonizzare nessuno, ma piuttosto di aumentare la sensibilità su questi temi e di aiutare le case di cura e di riposo a migliorare il loro servizio – spesso messo in difficoltà per la carenza di personale”. È un tema questo che direttamente o indirettamente riguarda, o prima o poi riguarderà, tutte e tutti noi.

I Verdi portano avanti da tempo questo tema, non solo per le case di riposo, ma per tutte quelle strutture in cui le persone vivono in una situazione di libertà limitata. “Dopo sette anni che lavoro su questo tema, davvero questo è un momento importante – è un passo importante nella giusta direzione”, commenta soddisfatta la consigliera Foppa.

Il Gruppo Verde ha votato a favore di questo disegno di legge, anche perché sono stati accolti svariati emendamenti che hanno contribuito a completare e migliorare la legge. Si introduce:

  • la formazione sessuale e la consulenza sulla sessualità nelle terza età;
  • la prospettiva di genere, particolarmente importante per persone anziane;
  • ci saranno misure per accogliere l’eredità culturale delle persone anziane;
  • le consulte per gli anziani saranno messe in raccordo con i Consigli Comunali

e appunto le Commissioni per la salvaguardia dei diritti umani, che costituiranno una pietra miliare per la nostra cultura e pratica della cura.

Bolzano, 16/9/2022

Cons. prov.
Brigitte Foppa
Riccardo Dello Sbarba
Hanspeter Staffler

Avatar

Author: Heidi

Was passiert mit den
Più riconoscimento
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO