HomeBuon climaTerlano e Alpitronic: non esiste sostenibilità senza compatibilità ambientale

Terlano e Alpitronic: non esiste sostenibilità senza compatibilità ambientale

COMUNICATO STAMPA.

È scoppiata in questi giorni una polemica tra Assoimprenditori, ASGB e Giunta provinciale sull’ampliamento della zona industriale Enzenberg a Terlano e le esigenze dell’azienda Alpitronic in cerca di sede. Tutti si riempiono in vario modo la bocca di sostenibilità, ma a nessuno sembra importare molto dei dubbi della popolazione locale e della Commissione provinciale ambiente e paesaggio.

Già a inizio maggio era partita un’iniziativa popolare, che ha raccolto ben 500 firme, chiedendo di non approvare il progetto di ampliamento della zona industriale di Terlano. I dubbi riguardavano il sacrificio di 10 ettari di verde agricolo, l’aumento di traffico, la falda acquifera, ecc. I dubbi erano molto fondati e il Gruppo Verde ha anche presentato una interrogazione alla Giunta alla quale ancora aspettiamo risposta.

La Commissione provinciale ambiente e paesaggio ha ora dato parere negativo. Assoimprenditori e sindacato sono intervenuti, protestando contro i paletti burocratici che la provincia secondo loro metterebbe, impedendo l’insediamento di aziende come Alpitronic, di cui nessuno mette in dubbio l’importanza.

“Ma secondo i signori, solo perché un’azienda si muove nell’ambito dell’economia “verde” allora non valgono più i pareri dei tecnici e i vincoli paesaggistici e ambientali? Tutto è giustificato? Noi ci schieriamo dalla parte dell’ambiente e della popolazione locale preoccupata per l’impatto che avrebbe l’insediamento di un’azienda di queste dimensioni sul territorio di Terlano. E confidiamo che anche all’azienda Alpitronic prema poter trovare una sede ideale che non rovini, ma che invece valorizzi il territorio, non solo dal punto di vista economico e lavorativo, ma anche ambientale”.

Bolzano, 29/6/2022

Cons. prov.
Hanspeter Staffler
Brigitte Foppa
Riccardo Dello Sbarba

Avatar

Author: Heidi

Versiegelung von 10
Limite al turismo: c
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO