HomeBuon climaSustainability Days con compensi d’oro

Sustainability Days con compensi d’oro

COMUNICATO STAMPA.

All’inizio di settembre presso la Fiera di Bolzano si sono svolte le Giornate della sostenibilità. Su questo grande evento sono state diverse le voci critiche, e a queste i Verdi in Consiglio provinciale hanno preferito non contribuire, in quanto una “iniezione di marketing” sul tema della sostenibilità e della protezione del clima può essere vista anche in modo positivo.

“Tuttavia, condividiamo lo scetticismo di molti che non ritengono giustificato il livello così elevato dei costi”, afferma la capogruppo Brigitte Foppa. “Ci siamo fatti delle domande soprattutto sui compensi di relatori e relatrici. A maggior ragione sapendo che la Giunta ha approvato una delibera che stabilisce esattamente l’importo massimo di tariffe e compensi per relatori e relatrici“. E sono davvero molto limitate le tariffe che la Provincia prevede: 110 euro all’ora per un massimo di 400 € a docente/relatore o relatrice per la partecipazione a un intero evento. Esiste anche la possibilità di un aumento del 50%, “per iniziative su contenuti e argomenti trattati a un livello di specializzazione particolarmente elevato o riferite a particolari destinatari, come per esempio il personale dirigenziale”. L’aumento deve essere motivato dal curriculum vitae (per esempio esperti o esperte esterni di alta specializzazione o di ampia e riconosciuta fama a livello nazionale o internazionale) ovvero dall’esperienza professionale, dalle referenze indicate o dalla specifica formazione”, così si legge sulla delibera della Giunta che stabilisce i compensi a esperti o esperte esterni per iniziative di formazione e aggiornamento (n. 39 del 26/01/2021).

Ciò rende ancora più sorprendenti gli onorari pagati alle Giornate della sostenibilità. Dalla risposta alla nostra interrogazione apprendiamo che Sabina Jeschke e David Wallace-Wells hanno ricevuto un pochino di più di 400 €, cioè 22.000 € ciascuna/o. Daniela di Donno e Jane Goodall hanno ricevuto 20.000 euro ciascuna, Clover Hogan altri 15.000 €. Constatiamo quindi che le tariffe fissate dalla Giunta non si applicano molto ai propri eventi.

Lasciamo aperta la domanda se una cosa così sia sostenibile. Una nota a margine: per i/le “parlanti a km 0”, cioè relatrici e relatori provenienti dall’Alto Adige, sono stati retribuiti con le solite tariffe da fame: tra i 150 e i 250 €.

 

In allegato: Risposta della Giunta provinciale all’interrogazione del Gruppo Verde in Consiglio provinciale

Bolzano, 19.09.2022

Cons. prov.
Brigitte Foppa
Riccardo Dello Sbarba
Hanspeter Staffler

Avatar

Author: Heidi

Più riconoscimento
Previsioni di traffi
1 COMMENT
  • Fulvio Melle / 20. Settembre 2022
    Avatar

    cara Brigitte, leggere tali comunicati lascia indignati quando poi la provincia tratta i suoi dipendenti come dei pezzenti e personalmente ci sono passato, visto che come Direttore Lavori per un cantiere concluso con massima soddisfazione degli utenti, io invece sto attendendo ancora il pagamento dell’onorario dovuto e purtroppo sono ricorso a un legale per sperare di poterli incassare, nonostante un quesito diretto anche al nostro presidente. Faccio presente che anche se libero professionista quando hai un incarico dalla pubblica amministrazione è come se diventassi un suo dipendente….Invece per i bravi professoroni paghiamo fior fior di onorari tanto da superare il reddito di una persona in un anno. Non ci sono parole.

SCRIVI UN COMMENTO