HomeComunicati stampaSavoi lascia. Un segno tardivo, un risultato strappato, un cambio necessario.

Savoi lascia. Un segno tardivo, un risultato strappato, un cambio necessario.

COMUNICATO STAMPA a nome dei 25 firmatari.

Dopo una lunga e insolente perseveranza, Alessandro Savoi ha finalmente annunciato le dimissioni dal suo incarico di membro dell’ufficio di presidenza del consiglio regionale. Si conclude così un episodio, sgradevole sotto tutti i punti di vista, che aveva preso il via con le inqualificabili dichiarazioni di Savoi alle sue colleghe. Poco accettabile è stata anche la durata della difesa di Savoi da parte della coalizione di governo SVP-Lega Salvini.

È stata l’opposizione a dover far notare che i limiti della decenza erano stati superati. 25 consigliere e consiglieri avevano, in rara unità, impedito l’elezione del presidente. Anche allora, parti della maggioranza hanno cercato di non affrontare la situazione e di banalizzare la questione.

Non è una questione banale. Se Savoi fosse rimasto nell’ufficio di presidenza, questo avrebbe significato: nella nostra regione è permesso insultare le donne. Un segno che non doveva essere dato. Ora è stato capito. Un segno importante, duramente conquistato ma necessario.

Bolzano/Trento, 04.06.2021

Consiglieri Regionali (in ordine alfabetico):

Myriam Atz Tammerle
Lucia Coppola
Filippo Degasperi
Piero De Godenz
Riccardo Dello Sbarba
Peter Faistnauer
Sara Ferrari
Brigitte Foppa
Sven Knoll
Paul Köllensperger
Andreas Leiter Reber
Alessio Manica
Alex Marini
Diego Nicolini
Alessandro Olivi
Alex Ploner
Franz Ploner
Sandro Repetto
Maria Elisabeth Rieder
Ugo Rossi
Hanspeter Staffler
Giorgio Tonini
Josef Unterholzner
Paolo Zanella
Luca Zeni

Avatar

Author: Serena

Kommunikationsbeauftragte der Grüne Fraktion.

Per uno spazio genti
Aeroporto: la Provin
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

Prima (il) Klima!