DE IT
HomeCovid-19Quarantena per chi è venuto a contatto con persone risultate positive

Quarantena per chi è venuto a contatto con persone risultate positive

MOZIONE.

Il contact tracing è considerato uno dei pochi metodi di comprovata efficacia per contenere la diffusione del coronavirus. In Alto Adige, il sistema di tracciamento dei contagi ha ceduto già alla fine di settembre: l’Azienda sanitaria non ha infatti potuto tenerlo in piedi perché richiedeva troppo personale. Lo screening di massa svolto alla fine di novembre avrebbe dovuto migliorare le cose. In termini di partecipazione, è stato un grande successo. Tuttavia, esperti ed esperte hanno ripetutamente sottolineato che l’efficacia degli screening di massa è legata a diverse condizioni. Una di
queste è la quarantena immediata non solo di coloro che sono risultati positivi ma anche delle persone che sono venute a contatto con essi.

Naturalmente questo vale anche per i contatti di persone positive ai test antigenici eseguiti dai medici di base. Attualmente è previsto che quando una persona risulta positiva al test antigenico, il
medico o la medica di base rilascia immediatamente un certificato di malattia. La situazione viene segnalata al Servizio igiene e sanità pubblica e la persona risultata positiva viene immediatamente messa in quarantena. Tuttavia, le mediche o i medici di base non possono mettere in malattia – e nemmeno in quarantena – anche le persone venute a contatto con la persona positiva al test. Questo può farlo solo il servizio di igiene pubblica, e ciò richiede troppo tempo, attualmente 3-7 giorni. In questo periodo, chi è venuto a contatto con il soggetto positivo può inconsapevolmente diffondere il virus nel proprio ambiente, ma al contempo non può essere collocato in malattia.

Il tracciamento migliorerebbe radicalmente se in questo frangente le mediche e i medici di base avessero un margine d’intervento.

Il Consiglio della Provincia autonoma di Bolzano incarica pertanto la Giunta provinciale

  1. di autorizzare le mediche e i medici di base a collocare in malattia le persone venute a contatto con soggetti risultati positivi al Covid-19 e a segnalarle al servizio di igiene pubblica, che
    ne dispone automaticamente la quarantena;
  2. di fornire tutte le risorse finanziarie necessarie a tal fine e di supportare le mediche e i medici di base sul piano organizzativo.

 

Consiglieri provinciali
Brigitte Foppa
Riccardo Dello Sbarba
Hanspeter Staffler

Avatar

Author: Heidi

Luoghi sicuri
Partiamo dai più pi
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

Prima (il) Klima!