HomeLavoro consiliarePer la seconda volta: una mela al giorno…

Per la seconda volta: una mela al giorno…

Interrogazione sui temi di attualità

Per la seconda volta: una mela al giorno…

Mele… leva il medico di torno, dice un famoso proverbio.
Sul tema avevamo consegnato un’interrogazione sui temi d’attualità per la seduta del Consiglio di maggio, con cui richiedevamo informazioni sulle attività di promozione delle mele sudtirolesi nelle scuole.
Nella risposta degli assessori alla scuola si fa riferimento al programma europeo Frutta nelle scuole. Secondo quanto si legge, la Giunta rifiuta ogni azione pubblicitaria nelle scuole e non è nemmeno a conoscenza di altre iniziative.
Allo stesso tempo, la EOS scrive sul suo sito che tra novembre 2013 e febbraio 2014 hanno partecipato a progetti sulle mele e sul latte nientepopodimeno che 600 classi e più di 7.000 scolari. L‘obiettivo secondo la EOS è quello di „sensibilizzare fin da subito in maniera giocosa i più piccoli sulla qualità offerta dai produttori lattiero – caseari e di mele altoatesini“
Pertanto si chiede:

  1. Com‘è possibile che tre assessori non sappiano nulla di un progetto di tali dimensioni?
  2. Perchè possono essere realizzate tali azioni, se la posizione della giunta è contraria all‘utilizzo delle scuole come luogo di promozione pubblicitaria?
  3. Accanto alla produzione integrata di mele e latte, viene pubblicizzata anche la produzione di latte e frutta biologici? E vengono informati sui loro derivati e il loro valore per la salute?

BZ, 28.05.2014
Brigitte Foppa, Riccardo Dello Sbarba, Hans Heiss

9,9 % (più x) per O
Bolzano nelle mani d
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

* Die Checkbox für die Zustimmung zur Speicherung ist nach DSGVO zwingend.

Ich stimme zu.