HomeComunicati stampaBolzano nelle mani di Benko?

Bolzano nelle mani di Benko?

L’opzione Virgolo rafforza ancora di più le pressioni dell’investitore. Il consulente di Benko e presidente dell’università Bergmeister si trova in un chiaro conflitto di interessi.

passeggiata_virgoloIl pluri-investitore Renè Benko, grazie agli sforzi dell’operoso luogotenente Heinz Peter Hager, si è accaparrato anche una opzione d’acquisto di 38 ha di terreno sul Virgolo. Con la scusa di rivalutare la montagna trascurata di Bolzano, ora l’investitore ha in mano altri elementi per fare pressione sulla città e quindi realizzare il suo progetto del centro commerciale vicino alla stazione. La zona ricreativa con ristorante e area divertimenti sul Virgolo sarebbe proprio quel “regalo ai bolzanini” che gli assicurerebbe l’assegnazione dell’areale della stazione. Chi non ascolterebbe infatti le richieste di tal generoso mecenate e benefattore della città? A nessuno sembra importare che, così facendo, per dei vantaggi a breve termine, una buona fetta della città verrebbe privatizzata e così sottratta al diritto di pianificazione da parte del comune e dei suoi cittadini.
Ancor più dubbioso è poi il fatto che il prof. ing. Konrad Bergmeister, presidente dell’Università di Bolzano, si sia schierato come membro del gruppo per la pianificazione generale a favore del progetto. Come più alto rappresentante della “Libera” Università di Bolzano, Bergmeister ha il dovere etico di mantenere una posizione superpartes, soprattutto in questioni così centrali per la città di Bolzano. Se Bergmeister si esprime apertamente come promotore di Benko, viene messa in dubbio anche la neutralità della stessa Università. Già nella sua funzione di direttore del BBT, negando la pubblicazione dello studio sulla salute Public-Health-Studie, Bergmeister è andato contro i principi base della libertà di ricerca.
Con questo suo atteggiamento non è più adeguato a ricoprire la carica di Presidente dell’Università e per questo motivo riteniamo che la Giunta, per coerenza, non dovrebbe più rinnovare il suo mandato nel Consiglio dell’Università ormai a breve scadenza.
Brigitte Foppa Riccardo dello Sbarba Hans Heiss
Bolzano, 29 maggio 2014

Per la seconda volta
„Libera“ Univers
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

* Die Checkbox für die Zustimmung zur Speicherung ist nach DSGVO zwingend.

Ich stimme zu.