HomeComunicati stampaLa candidatura „mare e monti“ di Elena Boschi imbarazza il Sudtirolo. Sarà sfidata dall’inventore di Casa Clima che si candida per i Verdi con Liberi e Uguali

La candidatura „mare e monti“ di Elena Boschi imbarazza il Sudtirolo. Sarà sfidata dall’inventore di Casa Clima che si candida per i Verdi con Liberi e Uguali

La decisione del Pd di occupare il collegio di Bolzano/Bassa Atesina con Gianclaudio Bressa al Senato e Maria Elena Boschi alla Camera è stata accolta in Alto Adige con grande sconcerto: non ci si aspettava che il commissariamento del territorio arrivasse a questi punti estremi.
La decisione è frutto di un patto di ferro tra Renzi e il vertice Svp, che ha messo fuori gioco il Pd locale e l’intero elettorato dei due collegi. La logica dello scambio è chiara: Renzi garantisce alla Svp la candidatura del fidato Bressa, nonostante abbia abbondantemente superato il limite dei mandati; e la Svp garantisce l’elezione della signora Boschi, in grande difficoltà nel resto d’Italia.
Ma non è detto che i vertici del Pd e della Svp abbiano fatto bene i conti col proprio elettorato, cui viene negato il diritto ad una rappresentanza nata sul territorio. E’ paradossale che proprio chi invocava fino a poche settimane fa l’importanza della “rappresentanza locale”, anche per una equilibrata convivenza tra i gruppi linguistici, oggi candidi una Maria Elena Boschi contemporaneamente in Alto Adige/Südtirol e in due circoscrizioni siciliane.
Questa candidatura “mari e monti” della signora Boschi dimostra l’arroganza centralistica con cui Renzi ha deciso le liste per blindare i fedelissimi.
Non possiamo immaginare che questo modo di procedere trovi consenso in Sudtirolo, anche se ora si cerca in tutti i modi di riverniciare come “amica dell’autonomia” la co-autrice della riforma costituzionale centralista del 2016.
A questa “Calata dei Commissari”, i candidati e le candidate dei Verdi opporranno un Alto Adige/Südtirol che si misura con le sfide globali del cambio climatico, dello sviluppo dell’autonomia, della convivenza e della giustizia sociale.
E grazie alla scelta dei Verdi del Sudtirolo di presentare candidate e candidati nella lista “Liberi e Uguali”, di sicuro Maria Elena Boschi se la dovrà vedere almeno con un candidato in grado di sfidarla alla pari, come Norbert Lantschner, conosciuto e stimato in tutta Italia come il “padre di Casa Clima”. Sarà un confronto a tutto campo nell’estremo Nord dell’Italia.

Bolzano, 29.01.2018
Tobias Planer, Brigitte Foppa

Carceri di Trento e
Per evitare di finir
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

* Die Checkbox für die Zustimmung zur Speicherung ist nach DSGVO zwingend.

Ich stimme zu.