HomeLavoro consiliareIndicazioni di voto da parte di associazioni di categoria

Indicazioni di voto da parte di associazioni di categoria

Interrogazione su temi di attualità.
WahlempfehlungPuntualmente, in occasione delle elezioni comunali, le associazioni di categoria spuntano un po‘ ovunque con un „servizio“ particolare: l‘indicazione di voto. L‘Unione commercio a Merano, Confartigianato in Val Gardena, il KVW a Termeno… tutti al servizio del partito di maggioranza. E questi sono solo alcuni esempi di una vecchia cattiva abitudine che da troppo tempo viene tollerata nella nostra Provincia. E chi tollera questa evidente distorsione delle regole nel periodo pre-elettorale, ne trae troppo spesso anche vantaggio: tutti gli esempi riguardano la SVP. Sono sempre i suoi candidati e le sue candidate a essere indicati all‘elettorato da associazioni, tra l’altro finanziate con soldi pubblici. La Legge regionale n. 7 del 13 agosto 1998 a questo proposito è molto chiara, ma non prevedendo sanzioni rimane purtroppo sempre lettera morta.
Si chiede pertanto alla Giunta:

  1. Che posizione ha la Giunta riguardo le suddette indicazioni di voto? Le trova corrette dal punto di vista giuridico ed etico?
  2. La Giunta ha intenzione di far rispettare le regole che vietano tali incresciose indicazioni di voto da parte di associazioni fruitrici di finanziamenti pubblici e di inserire a tal fine delle sanzioni adeguate?
  3. Il Presidente della Provincia farà almeno un appello pubblico per esortare le associazioni di categoria ad astenersi da esplicite indicazioni di voto?

06.05.2015
L.Abg.
Brigitte Foppa
Riccardo Dello Sbarba
Hans Heiss

Una legge anti-elett
Tutte le donne e gli
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

* Die Checkbox für die Zustimmung zur Speicherung ist nach DSGVO zwingend.

Ich stimme zu.