HomeDemocraziaBilancio di genere – riprendiamo l’argomento con una valutazione oggettiva

Bilancio di genere – riprendiamo l’argomento con una valutazione oggettiva

MOZIONE.

Secondo la definizione del Consiglio d’Europa “il bilancio di genere è un’applicazione del principio di integrazione della dimensione di genere nella procedura di bilancio. Ciò comporta la realizzazione di una valutazione dell’impatto sul genere delle politiche di bilancio, integrando la prospettiva di genere a tutti i livelli della procedura di bilancio e riorganizzando le entrate e le uscite al fine di promuovere l’uguaglianza di genere. In sintesi, il bilancio di genere è una strategia e un processo il cui obiettivo a lungo termine consiste nel raggiungere gli obiettivi in materia di uguaglianza di genere.”

Con la delibera n. 311 del 13/4/2021 la Giunta provinciale ha approvato il primo tentativo di elaborazione di un bilancio di genere. Il bilancio provinciale è stato analizzato suddividendo le misure/spese in “direttamente di genere”, “indirettamente di genere”, “di contesto” e “neutre”. Nel 2021 in Alto Adige le “spese direttamente di genere” ammontano a quasi 190.000 euro. Le “spese correnti indirettamente di genere” comprendono spese per interventi a favore degli anziani, dell’infanzia e dell’istruzione prescolastica, mentre invece per esempio manca la mobilità.

Nella nostra provincia il bilancio di genere non è un argomento nuovo. Adesso andrebbe portato avanti e aggiornato. Facciamo un po’ di cronistoria.

Il 3 giugno 2003 il Consiglio della Provincia autonoma di Bolzano ha approvato la mozione n. 519/02 “Il mainstreaming della Provincia autonoma di Bolzano. Una strategia per la parità tra donne e uomini”, presentata dalle consigliere Kury, Klotz, Ladurner, Stocker, Thaler Zelger e Zendron.

L’8 marzo 2006 è stata approvata la delibera della Giunta provinciale per la promozione dell’applicazione del bilancio di genere come parte integrante della strategia del gender mainstreaming.

In una conferenza stampa dell’11 giugno 2008 sono stati presentati i risultati dell’indagine effettuata da “apollis” sul tema “Gender budgeting – progetto pilota volto a sviluppare un bilancio di genere dell’amministrazione provinciale”, che sono ancora oggi assolutamente significativi.

Nell’ambito del progetto pilota, un settore dell’amministrazione provinciale, vale a dire la formazione professionale, è stato analizzato secondo una prospettiva di genere. Dallo studio è emerso che i diretti beneficiari dei mezzi impiegati erano per il 58% uomini e per il 42% donne.

Accanto alla prima sperimentazione concreta di un’analisi effettuata in un’ottica di genere, un altro risultato importante del progetto è stata l’elaborazione di linee guida per l’introduzione del
gender budgeting nell’amministrazione provinciale.

13 anni dopo, il bilancio di genere è più che mai attuale. Anche in occasione dell’Equal Pay Day di quest’anno si ricorda ancora una volta che le donne guadagnano tuttora il 17% in meno degli uomini. Pure i dati sulla nuova disoccupazione femminile causata dalla pandemia devono scuotere le nostre coscienze e spingerci ad un nuovo impegno.

Per questi motivi, il Consiglio della Provincia autonoma di Bolzano incarica la Giunta provinciale

  1. di commissionare a un istituto di ricerca esterno un’analisi del bilancio provinciale nell’ottica della parità di genere, studiando in modo specifico gli obiettivi fissati e le misure adottate nei settori dell’amministrazione provinciale particolarmen-te rilevanti;
  2. di presentare in pubblico e in Consiglio provinciale i risultati dell’analisi;
  3. di ricavarne un piano per l’introduzione permanente ed effettiva del bilancio di genere;
  4. di verificare sistematicamente in una generale ottica di genere l’idoneità dei sistemi per relazionare sui vari ambiti di intervento dell’amministrazione provinciale ed eventualmente adeguarli ovvero ampliarli in tal senso;
  5. di istituire un coordinamento, diretto da un esperto/un’esperta nell’ambito del bilancio di genere e con il coinvolgimento dell’ufficio che elabora il bilancio provinciale, dell’Astat e del Servizio donna, per gestire l’implementazione complessiva del gender budgeting.

BZ, 03.05.2021

Consiglieri provinciali
Brigitte Foppa
Riccardo Dello Sbarba
Hanspeter Staffler

Avatar

Author: Heidi

A misura di nipotini
Passaporto vaccinale
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

Prima (il) Klima!