HomeBuon climaABD: la Provincia esce dalla società, ma la obbliga per il futuro a sviluppare l’aeroporto?

ABD: la Provincia esce dalla società, ma la obbliga per il futuro a sviluppare l’aeroporto?

INTERROGAZIONE.

La legge provinciale 17/2016 all’articolo 5 autorizza la Giunta provinciale dismettere l’intero pacchetto di azioni detenute nella società ABD Airport Spa. Con delibera n. 1127 del 2018 la Giunta provinciale ha indetto la gara che si è basata sul “criterio della offerta più vantaggiosa”, come si legge nel decreto n. 7782 del 2019 di aggiudicazione dell’asta alla società ABD Holding Srl.

C’è una particolarità in questa vicenda che merita di essere chiarita: quando un soggetto dismette una partecipazione o una proprietà vendendola a terzi privati, si occupa di fare in modo di ottenere il prezzo “più vantaggioso”, mentre nulla può dire – come venditore – sul futuro dell’oggetto della cessione, dato che non gli apparterrà più in futuro.

Nel nostro caso concreto, la Provincia può certo influenzare la futura gestione dell’aeroporto in quanto potere pubblico legislativo (il Consiglio) o esecutivo (la Giunta), e questa strada il gruppo Verde l’ha indicata immediatamente dopo l’esito del referendum del 2016, presentando un disegno di legge nella scorsa legislatura e un secondo disegno di legge in questa legislatura, per regolate l’attività aereo e limitare il traffico aereo sull’aeroporto. La Giunta e la maggioranza politica hanno sempre respinto queste nostre proposte legislative.

Diversamente, in quanto venditrice della propria partecipazione, non si capisce come possa la Provincia dare indicazioni vincolanti sull’uso futuro del bene messo in vendita, cioè sullo sviluppo futuro dell’aeroporto. Questo competerà semmai all’ENAC in quanto autorità concedente, oppure – lo ripetiamo – alla Provincia come organo legislativo, ma non alla Provincia come soggetto venditore delle proprie azioni in ABD.

Eppure nel disciplinare di gara la Provincia ha inserito l’obbligo per chi acquista di impegnarsi “a realizzare il piano di sviluppo aeroportuale approvato nel 2012”. La cosa ha bisogno di spiegazioni.

Per questo motivo si chiede alla Giunta provinciale:

  1. Quale normativa consente alla Provincia di inserire nel disciplinare di gara per la cessione dell’intera sua partecipazione in ABD l’obbligo per chi acquista di impegnarsi “a realizzare il piano di sviluppo aeroportuale approvato nel 2012”?
  2. Se ha il diritto giuridico di inserire una clausola del genere, la Provincia dovrebbe avere anche il potere di controllarne il rispetto. Dunque, quale potere di controllo ha la Provincia sugli atti del futuro gestore e sul rispetto della clausola citata, una volta che la Provincia sarà uscita completamente da ABD avendo ceduto l’intero pacchetto azionario?
  3. E ancora: quale potere di sanzione ha la Provincia sugli atti del futuro gestore e sul rispetto della clausola citata, una volta che la Provincia sarà uscita completamente da ABD avendo ceduto l’intero pacchetto azionario?
  4. Se la Provincia non avrà né potere di controllo, né potere di sanzione, che senso ha aver inserito nel disciplinare di gara l’obbligo per chi acquista le azioni di ABD di impegnarsi “a realizzare il piano di sviluppo aeroportuale approvato nel 2012”?

Bolzano, 21.05.2019

Cons. prov.

Riccardo Dello Sbarba

Brigitte Foppa

Hanspeter Staffler

Qui potete scaricare la risposta della giunta.

TAGS:
ABD: quali sono i pr
ABD: 32 milioni di p
NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

* Die Checkbox für die Zustimmung zur Speicherung ist nach DSGVO zwingend.

Ich stimme zu.