Home2014marzo (Page 3)

OktaviaBrugger_GiorgioZanvettorBrigitteFoppa_2Oggi, 5 marzo, i VERDI-GRUNE-VËRC e SEL hanno presentato la propria candidata alle prossime elezioni Europee.

Si tratta di Oktavia Brugger, la nota ex corrispondente della RAI-Sender Bozen da Roma. Oktavia è candidata nella lista “L’altra Europa con Tsipras” una lista ecosociale che punta a un Europa dei diritti e della modernità. Secondo Oktavia Brugger: ”L‘Europa deve rimanere unita e questo sarà possibile solo se si correggerà al più presto la rotta della politica economica europea, quindi SÌ all’Eurozona, a un’Europa dei cittadini e delle cittadine, a un’Europa che metta al centro la produzione ecologica, ma anche NO alla politica fallimentare delle tasse e dei sacrifici, a una burocrazia europea straripante, no all’Europa delle lobby e delle banche.”

Con Oktavia diamo ai nostri elettori ed elettrici la possibilità di una rappresentanza alternativa dell’Alto Adige/Südtirol in Europa!

Brigitte Foppa e Giorgio Zanvettor, co-portavoce provinciali

Perché mi candido

Curriculum vitae di Oktavia Brugger

Il manifesto “L’altra Europa con Tsipras”

Aufruf für Oktavia Brugger von Florian Kronbichler

 

 

Lo scandalo delle pensioni d’oro ha ridotto sensibilmente la fiducia nei politici ed in generale nella politica. Stiamo cercando di gestire questa crisi al meglio delle nostre possibilità, ma vogliamo cogliere l’occasione per sottoporre a una necessaria verifica anche il lavoro e il ruolo dei nostri rappresentanti e di noi portavoce.
 
È necessario cercare tutti insieme di trarre insegnamento da quanto avvenuto. La politica può e deve essere ripensata, ma per fare questo abbiamo bisogno delle idee ed opinioni di molti, non solo di alcuni.
 
Infine per noi portavoce è fondamentale verificare di avere ancora la fiducia della nostra base. Questa è una imprescindibile condizione per poter portare avanti il nostro lavoro.
 

Brigitte Foppa e Giorgio Zanvettor, Co-portavoce provinciali dei Verdi Grüne Vërc

KuryDelloSbarbaHeissI consiglieri verdi Dello Sbarba, Heiss la ex consigliera verde Kury congelano su un conto di solidarietà l’acconto ricevuto sulla loro pensione. Presto seguirà la restituzione alla Regione oppure l’utilizzo trasparente in progetti sociali e culturali.

I consiglieri verdi, che hanno servito il consiglio provinciale e regionale dal 1993 al 2013 Riccardo Dello Sbarba, Hans Heiss e Cristina Kury e che in queste settimane hanno ricevuto l’anticipo sulla loro pensione previsto dalla nuova normativa regionale, hanno deciso di congelare il denaro ricevuto, rispettivamente 37.250 €, 45.212 € e 250.946 €, su un conto di solidarietà. Prossimamente i contributi verranno restituiti alla Regione, ma solo a condizione che venga garantito l’utilizzo per scopi sociali. Questa operazione non sembra comunque né semplice, né rapida.

In alternativa ci riserviamo di investire a breve termine il capitale congelato di 330.000 € in iniziative e progetti sociali e culturali.

I Verdi sono entrati in Consiglio Regionale nel 1995, espressamente con l’obiettivo di abolire i vitalizi e di ridurre le pensioni dei politici. Oltre a versare il 40% del loro stipendio netto al partito hanno sostenuto regolarmente iniziative culturali e sociali con somme significative.

Siamo molto dispiaciuti, con questa operazione poco trasparente, di esserci esposti al sospetto di voler godere di privilegi immeritati. Una tale posizione ci è assolutamente estranea, ma l’indignazione e le critiche da parte di tanti cittadini e cittadine sono del tutto comprensibili.

Lavoreremo attivamente in Consiglio Regionale, anche con proposte proprie, all’elaborazione di una nuova regolamentazione.

Riccardo Dello Sbarba
Hans Heiss
Cristina Kury

Bolzano, 3 3. 2014