Passaggio del testimone a Cecilia Stefanelli

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

CM_Cecilia Stefanelli

Presentazione della nostra candidata sindaca comune: Cecilia Stefanelli

CECILIA STEFANELLI. LE MIE PROPOSTE PER UN BENESSERE DELLE PERSONE CHE VIVONO A BOLZANO

1. Inclusione 

La città è un progetto comune che non deve lasciare nessuno indietro. Il principio di solidarietà va coniugato con quello di responsabilità, penso quindi alla riorganizzazione dei servizi sociali , alla valorizzazione dei progetti di sviluppo di comunità che mettano al centro le persone e i loro bisogni, alla riorganizzazione delle circoscrizioni;

2. Intercultura 

Bolzano è un laboratorio incredibile di convivenza tra culture, abbiamo iniziato tra italiani e tedeschi, ora ci sono anche i nuovi cittadini: deve solo valorizzare di più questa vocazione, deve osare di più. Penso alla Libera Università di Bolzano e al suo potenziale per creare una città a misura di giovane, alla scuola A. Langer al Firmian,  ma questi progetti sono solo l’inizio!

3. Interesse pubblico 

Deve essere al centro dell’operato politico nel definire regole e obiettivi dello sviluppo della città. Penso ad un piano strategico per lo sviluppo economico sostenibile, ad un piano concertato di sviluppo turistico della città, ad un piano del traffico che rafforzi i servizi pubblici e la bicicletta, a politiche e nuovi modelli dell’abitare.

Il metodo per arrivare a questi obiettivi , e che è comune a tutti, è la partecipazione delle persone e la valorizzazione dell’iniziativa dei cittadini.

Qui le foto della conferenza stampa per la presentazione di Cecilia Stefanelli:

CECILIA STEFANELLI -BREVE BIOGRAFIA

Nata a Bolzano il 22 Novembre 1978.

Nel 2003 ho conseguito la Laurea in Scienze Politiche, con percorso formativo in “Diritti Umani e Intervento Umanitario” presso l’Università di Bologna con una tesi di ricerca a Dar es Salaam (periodo febbraio-aprile 2002) sul tema: “Donne e sviluppo partecipativo: il ruolo delle Ong di donne in Tanzania. Il caso Tanzania Gender Networking Programme”. Durante gli studi ho frequentato un semestre presso l’Institut für Sozialwissenschaft (Gender Studies) della Humboldt Universität zu Berlin.

Ho frequentato il Master in “Fund raising and Corporate Social Responsibility” presso la Facoltà di Economia di Forlì Università di Bologna-Philanthropy Centro Studi ottenendo la qualifica di Auditor SA8000.

Dal 2009 Lavoro come ispettrice del lavoro presso l’Ispettorato del lavoro della Provincia Autonoma di Bolzano, dove ho iniziato la mia attività dopo aver collaborato con l’Ufficio osservazione mercato del lavoro della Provincia Autonoma di Bolzano.

Dal 2007 al 2011 sono stata Presidente dell’associazione Donne Nissà Frauen di Bolzano, e in precedenza, sempre per Nissà, ho ricoperto il ruolo di responsabile delle relazioni esterne e del fund raising, consulente presso lo sportello di orientamento e consulenza, progettista di azioni FSE.

Ho collaborato in qualità di ricercatrice sociale per Lebenshilfe ONLUS.

Sono stata collaboratrice pedagogica presso UPAD e il MUA Movimento Universitario Altoatesino.

In precedenza ho lavorato come consulente di fundraising per diverse associazioni non profit: UILDM Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare, Associazione musicale Kaleidos – Bologna, Centro servizi per il Volontariato della Provincia di Bologna, Casa delle donne per non subire violenza di Bologna.

Nel 2003 ho ricoperto il ruolo di assistente di direzione presso Confcooperative a Bolzano.

Impegnata nel volontariato dove ho iniziato come pioniera della Croce Rossa Italiana sezione di Bolzano, in seguito sono stata rappresentante dell’associazione studentesca AEGEE, volontaria presso la Casa delle donne per non subire violenza di Bologna e operatrice notturna presso la Frauenhaus a Merano.

Dal 2010 consigliera della circoscrizione Don Bosco per i Verdi Grüne Vёrc.

Sposata, mamma di un bimbo e di una bimba.

 

Verdi Grüne Vërc, SEL und Sinistra per Bolzano

 

Bolzano, 19 marzo 2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Castel Firmiano: contraddizioni di una manifestazione - e cosa ci dicono per l'oggi

Castel Firmiano: contraddizioni di una manifestazione - e cosa ci dicono per l'oggi

60 anni da Castel Firmiano: contraddizioni di una manifestazione - e cosa ci dicono per l’oggi Il 17/11/1957 a Castel Firmiano resta una data di riferimento per l’Alto Adige. Circa 35.000 persone, donne e uomini, espressero con la loro presenza e [...]
Vecchia Ferrovia delle Val di Fiemme: riconosciamo e rendiamo visibile la verità storica

Vecchia Ferrovia delle Val di Fiemme: riconosciamo e rendiamo visibile la verità storica

Mozione: Consiglio Regionale La ferrovia della Val di Fiemme (in tedesco Fleimstalbahn) era una ferrovia a scartamento ridotto, costruita dal Genio militare austriaco all’inizio del ‘900 che congiungeva la ferrovia del Brennero da Ora a Predazzo[...]
L’università trilingue merita il patentino

L’università trilingue merita il patentino

  In occasione del 40° compleanno dell’esame di bilinguismo, il Gruppo Verde in Consiglio provinciale ha presentato questa mozione. Ci sembra paradossale che chi frequenta una scuola superiore in italiano e una università in Germania, o v[...]
I Verdi parlano di etichette, i Freiheitlichen capiscono “no alla carne”.

I Verdi parlano di etichette, i Freiheitlichen capiscono “no alla carne”.

In fondo si tratta di una cosa molto semplice: pubblicare nei menù delle mense pubbliche (di scuole, case di riposo, ospedali, asili) la provenienza della carne offerta nei piatti. Perché è importante? Solo una piccolissima parte della carne che arri[...]
Aeroporto: la pista non deve essere allungata

Aeroporto: la pista non deve essere allungata

Aeroporto: Kompatscher promette che “la pista non sarà allungata”. Bene! E allora perché non fissare questo impegno nel piano urbanistico di Laives? La maggioranza SVP-PD ha oggi votato contro la mozione dei Verdi che chiedeva di eliminare dal p[...]
Morte del piccolo Adan: ancora nessuna chiarezza

Morte del piccolo Adan: ancora nessuna chiarezza

Sulla morte del piccolo Adan l’assessora si nasconde dietro un muro di burocratico silenzio. Con una interrogazione del Gruppo verde la TRAGICA vicenda del profugo curdo irakeno è arrivata per la prima volta in Consiglio provinciale. Dall’assessora [...]
Oggi il Parlamento europeo vota
Consultazioni in Veneto e Lombardia: forte segnale democratico, risultato ambiguo

Consultazioni in Veneto e Lombardia: forte segnale democratico, risultato ambiguo

La consultazione popolare sull’autonomia in Veneto e Lombardia si è conclusa con una notevole partecipazione popolare, rispettivamente del 60% e del 39%. Un risultato, impressionante per il Veneto e considerevole per la Lombardia, che dà adito a inte[...]